home page

 

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - BRASIL

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

incontri


9 settembre 2001 Rodengo Saiano
Il Casato celebra il 200° della nascita di Don Antonio Piardi (Pezzaze, 1 settembre 1801 - Rodengo, Abbazia di S. Nicola, 1880).


ECCO LE FOTOGRAFIE e LA CRONACA DELL' INCONTRO !!!

Puntuali, alle 9, i primi sono pronti in Rodengo per iniziare la visita dell'abbazia di San Nicola, un tempo sede, dal 1860 al 1880, di Don Antonio Piardi (1801-1880) ad attenderli:
- Cesarino Piardi (dei Quarantì - Celvìt - Bone de Sante)
- Giacomo Osvaldo (dei Chichera), con
- Don Gian Piero Piardi (dei Mafé di Pezzaze) Parroco di Sant Evasio in Susa e Vicario episcopale del vescAlcuni dei partecipantiovo di Susa.
Cesarino e G.Osvaldo (in particolare) sono della famiglia di Don Antonio. Nutrita la presenza dei Parenti di Don Antonio, famiglie: Chichera, Gilde/i, e La Costa.
Non mancano di ben figurare al 200° di Don Antonio neppure i Catanì Piardi originari di Pezzaze, quasi interamente trasferiti in Franciacorta, sin dagli inizi del 1800, a Saiano e Rodengo con Padergnone ed a Gussago, a Rovato e poi a Brescia città. Infatti:
a) Andrea 'Catanì', benefattore di Padergnone - Cappellania di S. Rocco - il 30 aprile 1842, muore all'età di 67 anni a Gussago nel 1843, funerato (secondo le ultime sue volontà) con 30 sacerdoti ed i suoi lavoranti della Mandolossa (dove aveva anche casa) partecipano con il vestito della festa recando un cero da una libbra; tumulato nella tomba di famiglia al cimitero monumentale Vantiniano in Brescia;
b) Andrea 'Catanì' (figlio) nato nel 1799 manca nel 1854 pure a Gussago, lasciando ben 8 figli piccoli di cui il primo ha solo 10 anni, benefattore della comunità di Navezze di Gussago attraverso il lascito alla sussidiaria chiesa di S. Vincenzo Ferreri;
c) Gio.Maria Piardi 'Catanì' (padre) muore a Saiano l'anno 1844 lasciando 8 figli ( Gio. Maria, figlio, l'8°, gli nasce postumo l'anno 1845)
d) l'avvocato Giacomo (1825) figlio di Gio. Maria (padre) è Deputato di Saiano, già prima dell'unità d'Italia, e poi Sindaco sino a dopo il 1882 ed ancora amministratore comunale poi;
e) Gio. Maria (Figlio) nato nel 1845, Garibaldino nelle battaglie lungo le valli bresciane - con lettera d'encomio a firma del Generale Garibaldi -, è amministratore di Saiano sino alla morte, nel 1909, e noto Girasoli e ridenti colline in Franciacorta il giorno del 200° di Don Antonio Piardiindustriale serico e di tessuti a Saiano ed in Brescia con sede in Via Tosio; nonno (di molti nipoti..) tra cui:
- il prof. Andrea Piardi -vivente- noto medico angiologo bresciano (presso la Poliambulanza...);
- il Dott. Giovan Maria morto a Milano nel 1996 e sua figlia Dott.ssa Notaio Maria Vittoria Piardi, mancata l'agosto 2000 in Borgo Poncarale, sposata a Pietro Zamboni;
- il noto Vittorio titolare dell'antica azienda 'PIARDI - frigoriferi', impianti di refrigerazione industriale, mancato due anni fa, ora condotta dai figli come "Tecnica del freddo PIARDI" in San Polo di Brescia;
- Maria Giuseppina Piardi, sposa del farmacista Zamboni di Lumezzane.
La visita abbaziale si avvia guidata dall' 89enne padre Antonio, dei monaci olivetani custodi dell'Abbazia, il quale non manca di spiegare l'arrivo dei monaci a Rodengo, la loro 'cacciata' e confisca dei beni abbaziali e dell'Ordine con le leggi giacobine e Napoleone (1797-98/1800), il ritorno (da Monte Oliveto) nella seconda metà degli anni 1960 per intervento di papa Paolo VI, il recupero dell'Abbazia ecc., l'esposizione sulla chiesa dedicata a Maria Vergine nascente (8 sett.) ove la vergine è venerata sotto le sembianze di Maria bambina (come cennerà, durante l'omelia, Padre Simone (Olivetano) Parroco di Rodengo) e sulla magnificenza architettonica e spaziale dei tre chiostri di distinta epoca.
Ma veniamo alla Cerimonia:
condecora la celebrazione il coro di Sarnico; concelebrano il rito Padre Simone Parroco e Don Gian Piero Piardi. Padre Simone ricorda la figura di Don Antonio: sacerdote, lavoratore, patriota: "...assai rigoroso con tutti soprattutto con la sua Alcuni dei partecipantiparentela...", amico di don Pietro Boifava soprattutto nel 1849 quando il Curato di Serle Comandante militare deve fuggire poiché braccato dagli austriaci, uomo che lavorava e faceva lavorare la sua gente che tanto amava anche difronte ad ogni rischio (quando avere un lavoro significava aveva la certezza di un salario per se e la famiglia...), paga sul letto di morte il nuovo concerto di campane da lui voluto (dopo aver fatto ristrutturare la facciata della chiesa ed innalzato la torre per collocare nella nuova cella campanaria il bel nuovo concerto ed aver fatto posto, come recitano le registrazioni dell'archivio comunale di Rodengo, per "inserire la sfera delle ore". Un grande nostro sacerdote e parroco di Rodengo, cari parrocchiani, asserisce padre Simone, al quale hanno fatto seguito i nostri noti Don Kramer e Don Arcari.' E' bene che la famiglia ricordi un suo sacerdote, anche a 200 anni di distanza. "Nemmeno io non conoscevo la vita di Don Antonio Piardi, sapevo della sua esistenza, è stato piacevole apprenderla dai libri che si occupano della storia della nostra plaga di Franciacorta".
Il ricordo al Cimitero di Rodengo Saiano:
- innanzi l'originale (del 1880) lapide funeraria di Don Antonio, di fresco ravvivata a partire dalle insegne sacerdotali: il tricorno e lastola che sormontano l'iscrizione funebre (posta sul lato esterno ovest della Cappella innalzata ai caduti di tutte le guerre). Don Antonio Piardi, un uomo, un sacerdote vincente per la sua e con la sua gente, anche da morto, come si legge tra le carte del ponderoso archivio comunale di Rodengo Saiano riprese nell'avanzata stesura del 3° libro dei Piardi.
Sono ricordati e sLapide tombale a ricordo di Don Antonio Piardi - 1880uffragati pure tutti i Piardi Catanì ivi sepolti (come evidenziano i due cippi marmorei - posti a destra e sinistra della citata Cappella - sormontati da una croce con l'effigie di Cristo in bassorilievo) a partire dai: coniugi Gio.Maria Piardi (morto nel 1844) e Catterina Dusi nativa di Ono nelle Pertiche di Valle Sabbia e (a destra) Piardi Andrea e fratelli fu Gio. Maria. Adele Piardi sposata ad Angelo Montini (morto nel 1926) posta nella tomba 'Montini' col marito e le tre figlie, ricordata pure Vittoria della famiglia Ballerini morta vedova dell'avvocato Giacomo Piardi Sindaco risorgimentale di Saiano. Vittoria e l'avv. Giacomo Piardi sono i genitori di Adele sposata ad Angelo Montini. Suffragati pure i Piotti nativi di Lavone (sulla strada, detta Valeriana, del fondo valle) di Pezzaze, da lungo tempo imparentati con i Piardi delle sovrastanti "Vicinìe" pezzazesi, in particolare quella della terra di Mondaro, quella di "Contrata Concilii" oggi Stravignino e Avano, questa di Avano (in dialetto 'Aa') è ancora funzionante sotto il titolo di S. Gaetano da Thiene (titolo della sussidiaria chiesa frazionale).
A tutti i partecipanti viene consegnato un omaggio documentazionale: sulla vita di Don Antonio Piardi (1801-1880) con testimonianze storiche ed anche una proposta di itinerario turistico-culturale che dalla... Valtrompia, Colle di S. Zeno e rifugio Piardi, Val Palot, Val Camonica... sino a Saint Moritz tramite il Bernina conduce in Svizzera... con la presenza dei Piardi. L'inserto documetazione propone pure un breve ricordo, nel 60° della morte, di Padre natale di Gesù (carmelitano scalzo) - al secolo Giuseppe Fada - Piardi da Pezzaze - ideatore, propugnatore e cultore di tutte le istituzioni, oggi note, OPERE dell'Istituto mondiale DON CALABRIA e, sin dalla fine 1800 al convento degli Scalzi in Verona, I° padre spirituale dell'oggi San Giovanni Calabria che quest'anno celebra, tra gli angeli, il 100° della sua ordinazione sacerdotale avvenuta nel 1901. Un cenno è riservato anche alla consolidata solidarietà dei Piardi - "I PIARDI NEL MONDO" - verso la Bolivia - Collegio di Hardeman in Santa Cruz de la Sierra (in ricordo di Padre Remo Prandini - Viotti) e il Bangladesh - Ospedale di Khulna dei Missionari Saveriani (in ricordo di Padre Italo Gaudenzi, nativo di Padergnone (parrocchia del lascito - dal 1842 - di Andrea Piardi) in Rodengo di Franciacorta.
Il prossimo incontro sarà in ...golena di Po mantovano, sulla Piarda.

Don Antonio Piardi: patriota, parroco Arciprete a Pezzaze in Valtrompia e all'Abbazia, dal 1860 sino alla morte, nel fermento del Risorgimento e dell'unità d'Italia.

In questa terra di Franciacorta si decide, coll'intervento dei mantovani dott. Walter Piardi e di suo fratello dott. Giampaolo, del Presidente del Comitato I PIARDI, Cesarino Piardi e del Rev.do Don Gian Piero Piardi Vicario V. in Susa (TO), componente del Comitato, la data dell'auspicato conoscitivo incontro in Cizzolo coi Piardi di quella terra mantovana, in argine di Po.

Per maggiori notizie sulla famiglia Piardi 'Catanì ' a Saiano, Rodengo-Saiano, clicca qui.
Maggiori notizie sulla personalità di Antonio Piardi sacerdote, ricordato oggi 9 settembre 2001, clicca qui e vai a "Personaggi" n. 16, PIARDI (alcuni dei...), pagina 02: - Antonio Piardi (1 settembre 1801 - 1880)

Incontro in Rodengo

Incontro in RODENGO per il 200° della nascita di Don Antonio Piardi - Parroco all'Abbazia, 9 settembre 2001. Alcuni Piardi dentro il Chiostro Abbaziale di Nicola; al centro, accosciato, ultimo di destra con gli occhiali, Cesare "Cesarino" Piardi - Presidente del Comitato "I PIARDI NEL MONDO" con al suo fianco: Achille Giovanni Piardi, Giorgio dei detti Quarantì - Bone de Sante figlio del Presidente e Attilio Piardi dei detti Valì. Si riconoscono, altresì, partendo da sinistra (alcuni): Giacomo Osvaldo Piardi "Chichera"; Giuseppe Piardi dei detti Mafé, dimorante in Val di Susa (TO); Paolo, fratello di Giorgio; Carla dei Mafé, accanto alla madre Vittoria; Francesco Piardi "Cino Cavrì" figlio di Giovan Maria dei Mafé; Walter Piardi di Verona figlio di Vincenzo, dei Piardi originari di Cizzolo di Viadana (MN); Rosangela Piardi da Gussago (BS), sorella di Achille Giovanni; Giorgio Casanova sposo di Fausta Piardi dei Catanì di Gussago; le sorelle Piardi, figlie di Tone de la Costa da Pezzaze, altri.


Incontro in RODENGO per il 200° di Don Antonio Piardi, 9 settembre 2001. Gruppo dei Piardi sul sagrato della Chiesa Abbaziale di S. Nicola


Incontro in RODENGO per il 200° di Don Antonio Piardi, 9 settembre 2001. Il Sacerdote Don Gian Piero Piardi (qui fotografo) dei detti Mafé di Pezzaze, Parroco in Susa (TO) e Vicario Episcopale, con Daniele Bertussi sposo di Carla Piardi da Pezzaze si divertono... innanzi gli intervenuti.

top