home page

 

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - BRASIL

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

ricorrenze

Per consultare tutti i nostri Piardi e famigliari..andati avanti..nel policromo mosaico celeste
del Casato dal 2007, clicca qui
.

 

Ricorrenze 2012:

> 525 anni dei PIARDI al RIFUGIO PIARDI.
Relazione del Presidente al RIFUGIO PIARDI, festa dei 525 anni dei PIARDI, 2 settembre 2012


> 525 anni dei PIARDI al RIFUGIO PIARDI. FOTOGRAFIE DELLA GIORNATA 2 sett 2012
(80° della costruzione e vita del RIFUGIO PIARDI al Colle di San Zeno, 20° dellla morte di Diaregina Piardi donatrice del Rifugio e sue adiacenze con boschi)

> 8 Marzo. Giornata della donna, simbolo di una lunga battaglia.
> 1 e 2 novembre - 1 y 2 de noviembre
> I NOSTRI PIARDI ...andati avanti ... sino al dicembre 2006
> Tutti i nostri Piardi e famigliari...andati avanti...nel policromo mosaico celeste del Casato dal 2007
> 60° della morte di PADRE NATALE DI GESU' (Giuseppe Giacomo Fada - Piardi), l'anno 2001
> 300 anni dalla nascita di Giovanni Antonio Piardi
> 200 anni dalla nascita di Andrea Piardi "Catanì" l'anno 1999
> 100 anni dalla nascita di Angela Piardi
> 100 anni dalla nascita di Santina Caterina Piardi
> 100 anni dalla nascita di Teodora Elisabetta (Beta) Reboldi
> 100 anni dalla nascita di Camilla Sabattiol
i


Ricorrenze 2002:
50 anni di matrimonio
40° di matrimonio
30 ° di matrimonio

160° del lascito Andrea Piardi in Padergnone di Rodengo Saiano
14 aprile 2002 - BEATIFICAZIONE del bresciano padre LODOVICO PAVONI

Ricorrenze 2001:
200 anni dalla nascita di Antonio Piardi
30° di matrimonio
25° di matrimonio


Ricorrenze 2000:
100 anni dalla morte di Cesare Piardi
100 anni dalla nascita di Maffeo Piardi
30° di matrimonio
25° di matrimonio


Ricorrenze 1999:
30° di Sacerdozio di Gian Piero Piardi
25° di Sacerdozio di Angelo Piardi
25° di matrimonio

Canonizzazione del Beato Giovanni Calabria

8 Marzo. Giornata della donna - simbolo di una lunga battaglia -

AUGURI!

Il giorno 8 marzo si celebra la Giornata internazionale della donna.
Le origini della festa risalgono alla metà dell'Ottocento, ma solamente nel 1977 ebbe il riconoscimento ufficiale con la proclamazione da parte dell'ONU.
E' una ricorrenza civile sentita dalle donne impegnate nei diversi campi del lavoro, anche quello domestico. Le tappe storiche attraverso le quali si è giunti all'istituzione della Giornata della donna sono abbastanza incerte.
Nel 1857, il giorno 8 marzo, alcune operaie di New York attuarono per la prima volta una protesta per ottenere condizioni migliori di lavoro. Nel 1859, sempre nel mese di marzo, le stesse operaie di New York si costituirono in sindacato. Più tardi, l'8 marzo 1890 nella Filanda Cotton di New York 150 lavoratrici, riunite per rivendicare sempre migliori condizioni di lavoro e salari più adeguati, rimasero prigioniere nella fabbrica. Dopo la chiusura dei cancelli al fine di evitare l'ingresso di rappresentanti sindacali, scoppiò purtroppo un incendio e ventinove lavoratrici morirono arse vive.
L'emozione e lo sdegno furono enormi e le manifestazioni di solidarietà si estesero in tutti gli Stati Uniti, rafforzando le richieste sindacali alle quali fece seguito quella del diritto di voto.
Il 3 maggio 1908, a un raduno di donne socialiste al Garden Theater di Chicago, mancando il conferenziere, venne organizzata la prima Giornata della donna. L'iniziativa ebbe successo e fu ripresa a livello internazionale.
Nel 1911 in Austria, Danimarca, Germania e Svizzera si pensò di dedicare una Giornata alle donne per ottenere il diritto di voto e combattere la discriminazione sul lavoro. Sempre nel corso del 1911, nel mese di marzo, una nuova sciagura nel mondo del lavoro: 100 donne, forse più, morte alla Triangle Shirt Waist Company di New York.
Bisogna giungere al 1921 per vedere l'unificazione delle celebrazioni nella giornata dell'8 marzo, in ricordo della tragedia alla Cotton e della manifestazione delle operaie di S. Pietroburgo tenutasi l'anno 1917 contro il regime dello zar.
Il dono della mimosa in questa Giornata trova origine a Roma l'anno 1946.
In Italia la Giornata della donna viene celebrata dal periodo post bellico: durante alcuni lavori preparatori della Giornata venne l'idea di porre all'occhiello un fiore caratterizzante la festa. Le ragazze e donne romane rivolsero la loro preferenza agli alberi che spiccano un questa stagione invernale con i loro fiori gialli, quando la restante vegetazione è ancora spoglia.

Ancora AUGURI.

1 e 2 novembre - 1 y 2 de noviembre

Rodengo Saiano: i cippi e le tombe di alcuni Piardi La famiglia ha in sé un elemento di bene raro a trovarsi altrove, la durata. Gli affetti vi si estendono intorno lenti, inavvertiti, ma tenaci e durevoli siccome l'edera intorno alla pianta; vi seguono di ora in ora; s'immedesimano taciti colla vostra vita.
Voi spesso non li discernete, poiché fanno parte di voi;
ma quando li perdete, sentite come se un non so che d'intimo, di necessario al vivere vi mancasse.
(G. Mazzini)

Se vuoi comprendere la vita, comincia dal tuo interno:
nella calma ciascuno sempre si dice ciò che nessun altro gli dice.
(E. von F.)

L'amore pei genitori è il fondamento di tutte le virtù.
(Cicerone)

Una lagrima dice più d'ogni parola.
La lagrima ha un gran valore: è sorella del sorriso.
(A. De Musset)

Viver per gli altri non è soltanto la legge del dovere,
è anche la legge della felicità.
(Auguste Comte)


spain La realidad de la muerte adquiere una resonancia masiva el dìa 2 de noviembre, cuando el pueblo concurre a los cementerios y segùn sus convicciones, realiza ritos religiosos y homenajes civiles para recordar a quienes nos precedieron en la marcha de peregrinos y militantes de la vida. Para los cristianos la resurrecion de Jesùs significa la esperanza en una vida futura después de la muerte.

ita La realtà della morte assume una risonanza più forte il 2 novembre, quando il popolo visita i cimiteri e secondo le proprie convinzioni compie atti religiosi e riconoscimenti civili per ricordare coloro che ci hanno preceduto nel cammino di pellegrini e militanti della vita. (…).

La vita dei morti sta nella memoria dei vivi.
(Cicerone)

Deposizione

  I NOSTRI PIARDI ...andati avanti ...

La vita dei morti sta nella memoria dei vivi. (Cicerone).

Onoriamoli nella Comunione dei santi condividendo le azioni di solidarietà intraprese dai Piardi a partire dal
mese di luglio 1998, PROGETTO di BENE I PIARDI per:

· Ospedale di Khulna dei Missionari Saveriani - Bangladesh

· Colegio Fé y Alegria "Padre Remo Prandini Viotti" in Hardeman (Santa Cruz de la Sierra) - Bolivia

Le famiglie ci aiutino a non incorrere in involontarie manchevolezze, a partire dal 1996:

- Domenico Milo Piardi (Pezzaze,1934) di Maffeo (1900) dei Mafé. Pezzaze (Brescia), 16 giugno 1996
- Giovan Maria Piardi (Brescia,1918) di Giuseppe (1881). Sposo di Maria Torre. Milano, dicembre 1996
- Ivan Piardi (Pezzaze, 1932) di Giuseppe(1893) dei Late – Catanì e di Caterina Milesi. Pezzaze, 28 dicembre 1997
- Sergio Piardi (Pezzaze,1935) figlio di Teodoro (1905) dei Cansonète. Palazzolo S/O. (Bs),1997
- Achille Andrea Piardi (Gussago,1915) dei Catanì,“Achile di Runcù”, figlio di Luigi. Gussago (Brescia), 14 luglio 1998
- Rina Emma Norina Piardi (Pezzaze, 1913) di Giuseppe (1880) detto Pì di Piarcc. Pezzaze (Bs), 27 agosto 1998
- Esterino Piardi (Pezzaze, 1935) di Carolina dei Sgalmer. Lumezzane (Bs), 14 settembre 1998
- Vittorio Piardi (Brescia,1920 ) di Giuseppe (1881) e di Vittoria Ferrata. Brescia, luglio 1999
- Angela Giulia Piardi (Gussago, 1910) di Achille Domenico (1880) dei Catanì, sposata Serina. [Decana dei Catanì gussaghesi]. Gussago (Bs), 5 febbraio 2000
- Adelmo Piardi (1925) della famiglia detta “Gnoca”- Fornai. Gualtieri (Reggio Emilia), 18 febbraio 2000
- Gian Battista Piardi (1914) dei Valì. Pezzaze (Bs), 12 aprile 2000
- Maria Vittoria Piardi (anni 52, di professione Notaio) dei Catanì, sposata Zamboni. Figlia di Giovan Maria (Gussago 1918 – Milano 1996) di Giuseppe (Bs 1881-1961). Borgo Poncarale (Bs), 28 agosto 2000
- Santa Piardi di Antonio de la Costa. Bovegno in Valtrompia (Bs), 12 marzo 2000
- Elvira Andrini (1917), sposa di Giacinto Piardi (1919) dei Catanì. Gussago, 8 agosto 2000
- Teresa Balduchelli, sposa di Fiume V. Piardi (1919). Brescia, anno 2000
- Rita Arnaldina Ferraglio (1929) ved. Cesare Bontacchio. Figlia di Maria Piardi dei Mafé [Componente-Fondatrice del nostro Comitato]. Pezzaze, 16 ottobre 2000
- Angela Mombelli ved. Francesco Piardi (Gussago 1918) dei Catanì. Capriolo (Brescia), 14 novembre 2000
- Cesarina Viotti (Pezzaze, 1911) figlia di Domenica dei detti Frole (èn Giöstachì dè Dendo’), vedova di Pietro Piardi (1914- 1955) di Giovan Maria dei Mafé. Pezzaze, 3 dicembre 2000
- Fiume Vincenzo Piardi (Pezzaze, 1919) dei Celvìt, figlio dei fu Giacomo (1875) e Bortolomea Bregoli (1877). Sposo di Teresa Balduchelli (†2000). Brescia, 27 dicembre 2000
- Palmira Luciana Piardi (Gussago, 1938) dei Catanì, figlia dei fu Angelo (1905) e Elena Teresa Venturelli. Sposa di Vincenzo Marchina del ‘Nènch’. Gussago (Brescia), 29 dicembre 2000
- Luca Piardi (1985) figlio di Paride (1960)[di Antonio (1929) dei Valì] e Denise Zanoni. Bargnano di Corzano (Bs), 9 febbraio 2001
- Antonino Minutola (Catania, 1915) figlio di Aurelia Anna Piardi (Gussago, 1878) del fu Achille (1846) dei Catanì. Componente -Fondatore del nostro Comitato. Brescia, 12 febbraio 2001
- Domenica Lazzari sposa di Maffeo Piardi (1915) dei Mafé Tope. Inzino Valtrompia (Brescia), 11 marzo 2001
- Bianca Piardi (Brà di Cuneo, 1928) dei Catanì, figlia di Ernesto Faustino (Gussago, 1902) del fu Nino Angelo (Gussago, 1877) e della fu Catterina Mattis (1894). Sposa di Americo Ferro (1919 - 1995). Brà (Cuneo), maggio 2001
- Gabriella Piardi di Bruno (Pezzaze, 1910) e Bruna Zanferli. Sposa di Giuseppe Boldi dimoranti in Brescia. Brescia, 25 luglio 2001
- Adele Bottazzini ved. Piardi, nata il 12.9.1915 e † 3.9.2001, è inumata nel Cimitero di Cizzolo di Viadana (Mn), patria dei Piardi, unitamente al marito Renzo Piardi (25.2.1914 – 31.1.1973). (Rilevazione a cura di Achille Giovanni Piardi; Cizzolo, 6.11.2004).
I Piardi (e coniugi) che riposano nel Cimitero di Cizzolo, con testimonianza rinvenibile alla data del 19 settembre 1997, sono individualmente menzionati alla voce “CIZZOLO (Cimitero di)” del Volume I° “I PIARDI”, pubblicato in Pezzaze il mese di luglio dell’anno 1998.
- Enrico Bonfadelli (Gussago, 1911), figlio di Pietro 'Burtulèto’ e di Elisa Piardi (†1930) dei Catanì. Sposo di C. Lucia Ghidini. Gussago (Brescia), 3 novembre 2001
- Daniele Piardi (Pederobba - Tv, 1920), figlio di G. Battista (Pezzaze, 1888) detto Pepa e di Pasqua Piotti. Dei Cansonète - Pepa. Parigi (Arrondissement di), 9 novembre 2001. Funerato a Pezzaze (Brescia)
- Margherita Piardi (Pezzaze, 1938, figlia di Giovan Maria (1907) dei Mafé e di Teresa Bregoli. Vedova di Samuele Gipponi ('Lardo'). Brescia, 12 novembre 2001. Funerata a Pezzaze (Bs)
- Ausilio Piardi (Pezzaze, 1951), figlio di Bono (1910 –1980) dei Bone de Sante – Bunì e di Margherita Bregoli (†1995) dei Fene. Brescia, 19 dicembre 2001. Funerato a Pezzaze (Bs)
- Federico Bonomi (d’anni 78). Sposo di Elisa Bonfadelli (Gussago,1930) dei detti Burtulèto figlia di Elisa Piardi (Gussago,†1930) dei Catanì . Gussago (Bs), 13 dicembre 2001
- Giacinta Reboldi d’anni 80. Vedova di Andrea Piardi (Gussago, 1921 – 1991) dei Catanì. Gussago (Bs), 4 febbraio 2002
- Walter Piardi (Cizzolo,1920) figlio di Enrico (1894) di Guglielmo (1870) “Pacion”. Sposo di Emma Mangili da Ponte S. Pietro (Bg). Presezzo (Bergamo), marzo 2002
- Ermenegildo Piardi, dei Sgalmer, da Pezzaze (1913). Pavone Canavese (Torino), 12 giugno 2002
- Leonilde Piardi, dei Sgalmer, da Pezzaze (1910). Fiumicino (Roma), 30 agosto 2002. Vedova di Angelo Piardi, dei Mafé
- Aldo Piardi, dei Catanì -“ramo Runcù”. Gussago (Brescia), 15 ottobre 2002; di anni 52. Sposo di Giuliana Montanari
- Francesco Piardi, detto Giacomo, dei Gaèi, da Pezzaze (1913). Pezzaze (Brescia), 29 novembre 2002
- Angelo Bregoli (Pezzaze, 1923) figlio di Angelina Piardi dei Brine; noto come “Cighì” (figlio di “Cego”). Pezzaze, 6 febbraio 2002
- Valter Piardi (Cizzolo,12 settembre 1923 - Cizzolo, 24 gennaio 2003); inumato a Cizzolo di Viadana (Mn) unitamente ad Argia Avanzi (10.10.1902 – 5.1.1977). (Rilevazione a cura di Achille Piardi e dott. Walter Piardi, in Cizzolo di Viadana – Mantova, il 6 nov. 2004). Sposo di “Tina” Annunziata Mazzanti
I Piardi (e coniugi) che riposano nel Cimitero di Cizzolo, con testimonianza rinvenibile alla data del 19 settembre 1997, sono individualmente menzionati alla voce “CIZZOLO (Cimitero di)” del Volume I° “I PIARDI”, pubblicato in Pezzaze il mese di luglio dell’anno 1998.
- Federico Ungaro (d’anni 91), vedovo di Brigida Teresa Piardi fu Angelo “Chèi de la Bianca” - Catanì. Gussago (Bs), 2 marzo 2003
- Silvano Piardi (Pezzaze, 1954), figlio di Emilio (1929) fu Battista (1904) dei Mafé e di Assunta Embrico. Pezzaze (Bs), 14 marzo 2003
- Franco Piardi (Pezzaze, 1940), figlio di Giovanni (1909) “Quarantì”- Bone de Sante. Pezzaze (Bs),12 aprile 2003
- Italo Richiedei (Pezzaze), sposo di Maria Piardi (1934) figlia di Bono (1903) dei Gaèi. Marcheno in Val Trompia (Bs), 30 aprile 2003
- Nicoletta Piccoli. Di anni 59, sposa di Carlo (Pier Carlo) Piardi. Brescia, 6 luglio 2003
- Assunta Piardi, vedova Contrini, dei furono Giovanni “Quarantì” e Caterina Bernardelli, d’anni 74; famiglia dei detti Quarantì – Bone de Sante. Pezzoro in Val Trompia (Brescia), 10 agosto 2003
- Maria Balduchelli (1931). Sposa di Ettore Piardi dei detti Valì. Pezzaze, 21 ottobre 2003
- Luigi Lumini, di anni 87, figlio di Teresa Piardi dei “Catanì”; Gussago (Bs), 29 gennaio 2004
- Guerrina Piardi, di anni 88, figlia di Giovanni dei “Catanì”; Gussago, 21 marzo 2004
- Pierina Piardi, di anni 73, figlia di Bono dei “Gaèi” da Pezzaze; Lumezzane (Brescia), febbraio 2004
- Gioacchino Piardi, di anni 62, figlio di Giovanni “Cavra”, dei Mafé da Pezzaze; Cesovo di Marcheno in Val Trompia (Brescia), 9 aprile 2004
- Teresa Arici, di anni 83, vedova di Francesco Piardi dei “Catanì”; Gussago (Brescia), 16 aprile 2004
- Italo Rodella, di anni 74, sposo di Wanda Reboldi di Angelo (furono Angelo e Brigida Piardi dei “Catanì”); Gussago (Brescia), 14 luglio 2004
- Pierina Piardi, di anni 92, dei detti “Codese” di Pezzaze, ved. Bregoli; Lumezzane S.Apollonio (Brescia), 29 agosto 2004
- Giorgio Casanova, di anni 70, sposo di Fausta Piardi dei “Catanì” di Gussago; Brescia, 29 agosto 2004
- Simone Pensiero, di anni 54, sposo di Élia Piardi; Nus (Valle d’Aosta), 27 ottobre 2004
- Beniamino Piardi (1927), dei detti “Mafé Tope” di Pezzaze, figlio di Bortolo Angelo detto Bianco Topo; morto a Brescia il 20 e funerato a Pezzaze il 22 dicembre 2004
- Primo Bregoli “Gazèt” di anni 85, sposo di Irene Piardi del Pì di Piarcc dei Sgalmer; Pezzaze, 10 marzo 2005
- “Secondo” Angelo Viotti. Memoria storica della comunità di Pezzaze. Angelo “Secondo" Viotti (Pezzaze, 1916), figlio di Angelo ‘Dize’ (1861) di Faustino dei Faüstinì, sposo di Cesarina Richiedei († 2 settembre 2005); inesauribile fonte di notizie, testimonianze e di dati, colonna portante della ricerca sul casato PIARDI, sicuro supporto, fidato testimone, signore di grande ospitalità sin dal mese d’agosto del 1997 nella sua abitazione in Pezzaze, è stato chiamato alla casa del Padre oggi 29 maggio 2005, “Corpus Domini”, Stravignino di Pezzaze in Val Trompia.
- Maria Rosa Piardi (Gussago, 1947), figlia di fu Achille Andrea “Runcù” († 1998) dei Catanì e di Angela Bettenzana dei Maté; sposa di Giampaolo Cirelli. Brescia, 2 luglio 2005. Il funerale è officiato in S. Maria Assunta di Gussago, con vasta affluenza di popolo, il 5 luglio 2005.
- Antonio Pietro Piardi (Gardone Val Trompia, 1922), figlio dei furono Giacomo (Pezzaze, 1898; dei detti Codese, cugini dei detti Pelés, della grande famiglia Piardi degli antichi Sertùr) e Teresa Belleri (Polaveno, 1902); sposo di Abdegaille Bianchi. Brescia, 4 luglio 2005; funerato a Sarezzo in Val Trompia, 6 luglio 2005
- Cesarina Richiedei (Pezzaze, 1924) vedova di “Secondo” Angelo Viotti (†29 maggio 2005). Pezzaze, 3 settembre 2005. Cesarina è stata, sin dal 1997, l’angelo del focolare e della speciale, spontanea, attenzione per l’ospite Achille Giovanni Piardi lungamente e ripetutamente presente in casa Viotti sino agli inizi dell’anno 2005, per ben sette anni e mezzo.
- Pietro Gabrieli “Pim” (Pezzaze, 1915), nipote di nonna Piardi. Sposo di Santina Isolina Bregoli figlia di Giacomo e di Faustina Piardi (1893) dei detti Brine figlia di Angelo (1850) “Brina”. Sindaco di Pezzaze per più di tre lustri e amministratore di diversi sodalizi, tra cui il “Pio Istituto Angelo Bregoli”. Morto a Inzino il 8 ottobre; funerato a Inzino di Gardone Val Trompia, con grande affluenza di popolo, il 10 ottobre 2005.
- Tutti i nostri Piardi e famigliari ...andati avanti... nel policromo mosaico celeste del Casato, sino al novembre 2005.
Pezzaze, Novembre 2005.

! “No debemos nunca olvidarnos que aqui en esta tierra somos todos alquilantes” !
(Non dobbiamo mai dimenticarci che su questa terra siamo tutti inquilini).
[Da I Pensieri di Padre Remo Prandini - Viotti, Lodrino in Val Trompia, 1942 – Hardeman, † Notte di Natale 1986 - Bolivia.
(La mamma di p. Remo, Ilde, è figlia di Angelo Viotti “Dize” dei Faüstinì di Pezzaze. Sin da prima del 1700 la gran parte dei Viotti ha avuto origini materne Piardi e moltissimi Piardi sono figli di madre Viotti)]

- Bruno Piardi (5.11.1943), morto a Rovato (Brescia) il 10 dicembre 2005 ed ivi inumato.

- Battista Teodoro “Rino” Piardi (Pezzaze, 1928), figlio di Francesco Raffaele detto Cino de Castegnàcol della famiglia detta Brine, morto a Pezzaze il 22 febbraio 2006.

- Angelo “Tòni” Lumini, figlio di Pietro “Mürachèt” e di Teresa Piardi del Siur Nano Ernesto “Catanì”, nato a Gussago nel 1911; Gussago 12 maggio 2006. Rappresentante di commercio per una grande industria dolciaria piemontese. Per passione: bandista e musicante, fisarmonicista, saxofonista per tutta la vita; poi musicista apprezzato, più volte premiato. Appassionato dell’arte venatoria da sempre. Di Angelo “Tòni” hanno parlato alcuni studiosi di storia locale dedicandogli ampie interviste. << ... conobbi “Toni” sin dai primi anni Cinquanta quale parente (figlio della sorella di mio nonno Achille Domenico, notissima, intraprendente bottegaia e pizzicagnola sino al 1949) e vicino di casa in quella contrada di Navezze, tanto distante (all’epoca) dal centro di Gussago, da molti detta “(Al)Val dèl patöss” poichè ubicata in una valletta ricca di boschi produttori di fogliame per lo strame del bestiame di stalla, lungo il distendersi del torrente La Canale. La raccolta dèl patöss fu per lunghi decenni pratica assai diffusa tra i gussaghesi Piardi di Navezze, ... anche “Al ciar dè lüna” (al chiaro di luna) o dell’alba, soprattutto nelle convalli: del Faido; èn Val Mort, dove i Piardi avevano proprietà o vi lavoravano fondi. “Tòni” ha saputo e voluto suonare e comporre musica sino agli ultimi mesi di vita >>. (Testimonianza in breve di Achille Giovanni Piardi).

- Teresa Piardi (Pezzaze, 1907); Pezzaze, 11 ottobre 2006, presso il Pio Istituto Angelo Bregoli, a due passi dalla casa in cui vide la luce, in frazione Stravignino. Funerata nel paese natale il 13 ottobre, sotto un sole cocente e tra i suoi monti, ove corre un’aria tersa sotto la volta di un cielo azzurro. Decana di tutti i Piardi e della comunità pezzazese. Figlia del calzolaio Antonio fu Antonio (1836) dei detti Valì, gia “Fraca” e di Angela Gabrieli. Orfana di padre sin dal 1918, è subito e per decenni domestica in Brescia presso notabili famiglie. Hanno celebrato il rito di suffragio nell’arcipretale di S. Apollonio, chiesa da Teresa frequentata assiduamente incurante anche delle intemperie e della ripida salita che precede l’ingresso, i sacerdoti Gian Carlo Pasotti – Parroco e Don Ezio Bosetti – Parroco emerito (oggi a Cailina in Val Trompia) i quali hanno ricordato la schietta statura cristiana di Teresa, pur nella semplicità, ...anche nel comporre e rammendare i pizzi del sacro tovagliato: << ... sono i piccoli segni, umili e silenziosi che formano, crescono la nostra Comunità e Teresa così si è comportata per fa si che noi tutti, noi sacerdoti, crescessimo; atteggiamenti semplici noti a pochi ma importanti, nella speranza che qualcuno la segua negli stessi comportamenti. ... dire ai più giovani che non bisogna perdere l’insegnamento di queste persone e portare sempre con noi “l’immagine” di nostro padre, nostro nonno, delle persone care. Sono piccoli segni che ci instradano sulla via della santità, alla quale tutti dobbiamo tendere e per la quale siamo su questa terra. Ricordarlo sino, anche, alla sazietà dei giorni, come recitano gli antichi testi della Bibbia e come si è “saziata” Teresa durante i giorni dei suoi 99 anni e mezzo; anche se duro vivere gli anni in cui non incontri nessun tuo coetaneo ... pur vivendo le evoluzioni dell’intero Novecento >>. Di famiglia sviluppatasi, oltre che a Pezzaze, pure in quel di Sabbio Chiese, in Val Sabbia, per opera del fratello Antonio (Pezzaze, 1904 – Sabbio, 1982) padre di dieci figli, qui trasferitosi, su chiamata dello zio prete, Don Francesco, nel 1922. Infatti, a Sabbio lavorò, operò e visse per le anime della Parrocchia di Clibbio la figura del sacerdote Don Francesco Piardi (1868) dei Valì, pastore zelante dal 1895 al 1948, zio di Teresa. Della defunta Teresa, terzultima di otto fratelli, conservo la bella impressione di donna con cipiglio e risolutezza di carattere, avuta nel corso del primo incontro - in casa del fratello Gian Battista (1914), noto maresciallo dell’esercito - avvenuto il 25 settembre 1997 in Stravignino, nel corso del quale ebbe a raccontarmi della storia dei Piardi “Fraca”, detti Valì a partire da nonno Antonio (1836 - 1908), fabbro, proprio per un curioso episodio accaduto, da bambino, all’avo paterno. (Testimonianza in breve di Achille Giovanni Piardi).

- Iside Buscio ved. di Giuseppe Mattia Piardi (1918) dei detti Mafé. (1923 – Pezzaze – 23 ottobre 2006). Madre di sette figli; vive a Susa sino al 1976, quando fa ritorno a Pezzaze col marito, Giuseppe, il quale decede nel 1991. In alcune località della Val Susa vivono molti Piardi di Pezzaze e discendenti: quelli di Iside con Giuseppe, e quelli dei cognati Pierina con Faustino “Burtul – Lasela”. I funerali di Iside sono concelebrati in Pezzaze dal Parroco don Gian Carlo Pasotti, dal Parroco di Susa (Torino) e Vicario episcopale don Gian Piero Piardi figlio di “Burtul” dei Mafé, dal Parroco di Collio in Val Trompia (Brescia) don Fabrizio Bregoli - nipote di nonna Maria Piardi (1902) dei Mafé.

- Tutti i nostri Piardi e famigliari ...andati avanti... nel policromo mosaico celeste del Casato, sino al novembre 2006.
Pezzaze, Dicembre 2006.

top

60° della morte di PADRE NATALE DI GESU' (Giuseppe Giacomo Fada - Piardi)

21 OTTOBRE 1941 - 21 OTTOBRE 2001

Si vedano per maggiori informazioni le pagine nella sezione 'Personaggi' ...
> Padre Natale di Gesù
> SAN GIOVANNI CALABRIA


nelle fotografie: Padre Natale di Gesù e Don Giovanni Calabria

Sono trascorsi 60 anni dalla morte di Padre Natale di Gesù [(Giuseppe Giacomo FADA - PIARDI (Lavone di Pezzaze, 1863 - Verona, 1941)] quando ricorrono, quest'anno, i 100 anni della chiamata al sacerdozio di Don Giovanni Calabria: due spiriti nuovi in perfetta sintonia, maestro il primo e discepolo il secondo.

Il Casato ha appena assaporato la gioia dell'incontro in Rodengo (Franciacorta) nel ricordo di Don Antonio Piardi (1801) e già ci troviamo a ricordare a noi tutti la figura di p. Natale. Non solo; la famiglia dalla quale proviene don Antonio, oggi riconducibile ai Piardi detti Chichera, Gildi/e e de la Costa, ma pure Celvìt, per mezzo di Santina nata nel 1849 (**) degli antichi Bonas andata in sposa a Giacomo (1842) figlio di Ermenegildo (Gildo) l'anno 1869 in Pezzaze da cui, appunto: Gildi, Chichera e de la Costa è, per parte materna, la stessa, di P. Natale.

Un Casato di Sacerdoti e di Religiosi il nostro? Probabilmente si! Basti pensare che, sino a questo momento, ne abbiamo "scoperto" più di quaranta, di cui quasi trenta sono Sacerdoti. Non male!, dirà qualcuno. Crediamo però di poter aggiungere che è altrettanto 'non male!' il tributo di riconoscenza che dobbiamo a Colui che ce li ha donati.

Ma torniamo a P. Natale al quale l'Opera don Calabria dedica due pagine, con alcune foto che lo vedono in compagnia di Don Giovanni Calabria, della sua rivista L'AMICO (www.lamico.it e anche www.doncalabria.it) in concomitanza con le celebrazioni calabriane a ricordo dei 100 anni dell'ordinazione sacerdotale di Don Giovanni, avvenuta in Verona l'anno 1901, figlio spirituale del pezzazese p. Natale di Gesù anima eccelsa, grande pensatore e anima di tutti gli Istituti calabriani, ora noti in tutto il mondo come "Opera don Calabria". P. Natale di Gesù padre spirituale di Don Giovanni, e (dal 18 aprile 1999) San Giovanni Calabria, guardano dall'alto del policromo mosaico celeste Piardi il moderno evolversi della loro comune terrena opera.

E noi ? Noi Piardi, gli abbiamo reso omaggio, da un anno, con una breve biografia collocata in "Personaggi", una delle sezioni, del nostro sito internet.

Lo abbiamo voluto ricordare pure nel nostro ultimo "Foglio notizie 'I Piardi' " - pubblicato il 9 settembre c.a. in Rodengo Saiano, durante il 200° di Don Antonio Piardi, parlando appunto della composizione del sito internet. Infatti scrivemmo:

"Nel sito vi sono, già ora, rappresentati molti personaggi non solo e necessariamente dal cognome Piardi ma anche figli/figlie di madre Piardi; anch'essi, Piardi.
Uno per tutti - nel 60° della morte (1941) -: il pezzazese Padre Natale di Gesù, carmelitano scalzo (prima al Convento del castello di Brescia e poi agli Scalzi di Verona). Ideatore, ispiratore e creatore di tutti gli organismi oggi storicamente conosciuti come 'Opera Don Calabria'; primo padre spirituale (incarico in cui lo sostituisce, dopo la sua morte -1941-, padre Cherubino della Beata Vergine del Carmelo, anch'egli di Pezzaze 1891-1960, Andrea Domenico Richiedei figlio di Domenico e Angela Bernardelli) di San Giovanni Calabria. Oggi si ispira all'insegnamento calabriano il noto Don Antonio Mazzi delle Comunità Exodus, recente il suo intervento in Pezzaze sui problemi della tossicodipendenza giovanile.
[Vedi alle voci: Calabria, Fada, Richiedei, Padre Natale di Gesù, Madonna del Carmelo del vol. I e del vol. II 'I Piardi']".


La nascita, la vita e le opere

Valtrompia. P. Natale di Gesù nasce da Giovanni Battista Fada e da Maria Piardi, il 27 maggio 1863. I Fada abitano la casa segnata con l'antico numero 360 di via Vicolo del Ponte, a Lavone, che è una frazione del comune di Pezzaze, nella val Trompia". (…).

Casa paterna

La famiglia Fada abita la bella casa, tuttora esistente, posta a filo della strada in Vicolo del Ponte, il corpo più antico del fabbricato risale al 1500; a questo fu aggiunto un altro edificio, a due piani, con eleganti ballatoi in legno, sul frontespizio si legge ADI' 17 LUGLIO 1721. Al di là della strada, sulla sinistra della casa, un elegante fontana sprizza da un mascherone un getto d'acqua fresca. Di fronte all'abitazione c'è il ponte sul torrente Morina che affluisce nel Mella. (…).

La Famiglia

I nonni paterni di P. Natale furono Giuseppe Fada e Angela Bernardelli. Da essi era nato il suo babbo Giovanni Battista il 21 ottobre 1838, a Lavone, (…) la sua vita sarà breve: morirà a soli 37 anni il 5 gennaio 1876, lasciando 6 orfani in minore età. I nonni materni furono Giacomo Piardi e Maria Viotti, da essi era nata la mamma Maria il 1° dicembre 1840, a Pezzaze; si era poi maritata con Giovanni Battista Fada il 29 aprile 1860 nella chiesa parrocchiale di Pezzaze. Dal matrimonio Fada - Piardi nacquero sette figli: (…), Giuseppe Giacomo il 27 maggio 1863, fungendo da padrino lo zio materno Giovanni Piardi da Pezzaze, (…). Le sorelle di Giuseppe Giacomo (ora P. Natale di Gesù) si sposano imparentadosi: Maria Caterina (1861) il 1884 con i Daffini, Angela Pasqua (1865) con i Tabladini e Domenica Petronilla (1875) il 1896 con i Gitti.

Età silenziosa

La famiglia Fada godeva di un discreto benessere economico: il reddito proveniva dal lavoro dei campi, dalla vendita del legname e del bestiame. In paese erano poche le famiglie benestanti (…). (…). Di lui si poté affermare: <> Nel 1875 tutti i componenti la famiglia, G. Battista in testa, risultano svolgere l'attività di "Pizzicagnoli". (Vedi Foglio di Fam. n. 28 per la casa di via Taverna n.22 Comune di Pezzaze, pubblicato alla pagina 403 del vol. 2 'I PIARDI' edito l'anno 2000).

Novizio

A vent'anni, Giuseppe G. Fada, entra nel noviziato dei PP. Carmelitani Scalzi in Brescia, riceve l'abito nel gennaio 1883 al Convento di S. Pietro in Oliveto sul colle Cidneo. (…). (…) . Il 16 marzo del 1889 Fra Natale di Gesù viene consacrato sacerdote, nella Basilica di S. Marco a Venezia, dal Patriarca D. Agostini. Celebra a Lavone di Pezzaze, dopo idoneo permesso, soltanto il 15 aprile del successivo anno 1890. (…).

Il Temperamento

Alla vivacità dello sguardo e alla mobilità delle sopracciglia facevano contrasto la pacatezza del portamento e il silenzioso ascolto degli altri. La parlata però era alquanto lesta, così da lasciare intendere che non aveva tempo da perdere; pareva un uomo rude, sbrigativo, essenziale nelle parole. Tuttavia gli scappava tra le pieghe del bel volto una luce di sincerità e di cordialità che mitigava la prima impressione. Gli piaceva essere schietto: Di natura era impulsivo, arguto, frizzante e, qualche volta, bonariamente caustico, specialmente con gli intimi. Nelle sue battute scherzose non c'era cattiveria; bisognava conoscerlo per capire che in lui il frizzo era un modo di benvolere. (…). Poteva definirsi il classico montanaro, dal cervello fino, dal cuore grande, dai lunghi silenzi e dalla volontà di comprendere uomini e situazioni. Portamento, gesti, voce dichiaravano la sua indole forte, indipendente, autoritaria, ma al contempo sensibilissima dinanzi alla fragilità, debolezza, timidezza altrui.. (…) d'intelligenza aperta. Fisicamente massiccio, volitivamente era tetragono: una forza di volontà non disgiunta da destrezza nel raggiungere ciò che in coscienza riteneva onesto. Deciso a vivere da povero, in un ambiente poverissimo (…). Impegnato a sostenere da vicino il suo figlio spirituale don Giovanni Calabria, non volle allontanarsi dal conventino veronese (…). Il riconoscimento di una spiccata abilità negli affari, nella amministrazione dei beni, nella progettazione di nuovi conventi, fu espresso per molti anni dai confratelli e superiori che gli affidarono compiti delicati in questi settori. (…).

Un incontro provvidenziale

(…). Il punto focale a cui va riferita tutta la vita sacerdotale di P. Natale è Don Giovanni Calabria. P. Natale, nel breve testamento spirituale, si rivolge così alla Madonna: << Nel mio umile ministero apostolico, come a Te è tutto noto, fu il tuo divin Figlio che a me indirizzò il suo vero ministro don Giovanni Calabria, istrumento umile nelle mani di lui per fare, compiere grandi opere a gloria della Chiesa Cattolica>>. (…). Distanziati appena di dieci anni (….) si conobbero nel tempo in cui Giovanni Calabria prestava il servizio di soldato nell'ospedale militare di Verona (dicembre 1894 - settembre 1896). L'ospedale era nei pressi della chiesa degli Scalzi dove, da due anni viveva P. Natale. A quel tempo G. Calabria aveva 21 anni, era chierico, nel terzo anno di liceo, interrotto per soddisfare agli obblighi di leva. (…). Si incontrarono nella chiesa dell'Annunziata e divennero amici per sempre. La storia di questi due uomini si snoda con identità e simultaneità di atti che raramente due fratelli, due amici riescono a produrre per quasi cinquant'anni. Nel padre Natale confessore e direttore del chierico-soldato Calabria, apparivano un profilo di forza sul volto, un moto di sicurezza nel portamento e nel gesto, acutezza dello sguardo, religiosità senza pietismo, capacità di percepire gli aspetti pratici degli eventi, il carisma profetico di chi sa leggere nei casi altrui il programma di Dio, una forza decisionale senza ripiegamenti, l'esperienza della vita sacerdotale e monastica. Il soldato Calabria pareva fragile, timido, insicuro, troppo devoto, un po' idealista, diffidente delle proprie risorse, inesperto. Si parlarono, si compresero, si apprezzarono, si amarono e si aiutarono per tutta la vita. (…) ogni settimana frequenti furono i colloqui faccia a faccia o per telefono (…). Mezzo secolo di amicizia servì a realizzare l'Opera della Divina Provvidenza, che come uva dolcissima fruttificò sulla vite di don Giovanni Calabria, avvinghiata al robusto olmo di P. Natale di Gesù. (…). Cosa avrà trasmesso p. Natale di Gesù (Giuseppe Giacomo Fada - Piardi da Pezzaze) al veronese, teologo Calabria nei 4 anni della preparazione al sacerdozio, ricevuto l'11 agosto 1901? (…)"". P. Natale, Sacerdote dal cuore grande generoso e puro, soffiò sulla fiamma d'amore che bruciava nell'animo del figlio: Giovanni Calabria, destinato all'onore massimo degli altari. La glorificazione per il maestro P. Natale? Vedersi superato dall'allievo San Giovanni Calabria.

(**){Origini, legami di parentela di P. Natale di Gesù (1863-1941).

Don ANTONIO PIARDI (1 settembre 1801 - 1880). Della famiglia 'Giacom bubà del Don Antonio', originaria degli attuali De la Chichera (da Giacomo: Pezzaze 1877 e Caterina 1877), Gilde/Gildi (da Ermenegildo: Pezzaze 1873 e Domenica Rossi 1874 (figlia di Angelo e Maria Bregoli), De la Costa (da Antonio: Pezzaze 1875 e Domenica Balduchelli ed in 2° voto con Margherita Bontacchio (1892-1957)). Le tre famiglie discendono dai coniugi (tali nel 1869): Santina Piardi (1849) 'dei Celvìt', anticamente 'Bonàs' [figlia di Giacomo 'Bonàs' del fu Buono del fu Francesco e Maria Viotti di Antonio del fu Giacomo] e Giacomo (Giuseppe) Piardi (1842) [figlio di Ermenegildo di Giacomo (1766) del fu Antonio e Rosa Balduchelli del fu Simone del fu Nicola]. Ermenegildo è fratello di Don Antonio. Santa Piardi (1904) [figlia di Giacomo (1877) di Giacomo (1842) e di Caterina Bontacchio (1877) - detta Chichera - figlia di Antonio dèi Semaröi dè Mondér e Bregoli Margherita] sposa Giulio Piardi (1897) [figlio di Enrico (1862) dei Cansonète (°°) di Battista (1824) e Caterina Viotti e di Maria Bernardelli (1871) figlia di Carlo e Margherita Facchini]. (°°) … discendono da Battista (1824-1901) di Giuseppe Piardi dei Catanì. Le tre famiglie che hanno origine in quella di Giacom bubà dèl Don Antonio sono imparentate anche con: i Bregoli detti Roc, Canare, e Tonarì; i Viotti, i Piardi dèl Penola e dèl Pì di Piarcc e di quelli andati a Pallanza e a Milano (ostetrica); i Simoneschi (in prov. di Roma); i Della Valle (del comasco); più recentemente con i Gipponi, Raza, Richiedei, Rossi, Maffina, Ratti, Parravicini, Sordiglioni, Roncali, Colosio, Rabaioli, Facchini ed altri ancora. Maria Bregoli dei detti 'Bonèt', quale sposa di Andrea Piardi (Pezzaze, 1767) 'Catanì' e madre di Andrea (Pezzaze, 1799), dal 1790 è l'ava di tutti i Piardi 'Catanì' di Gussago. Anche se altri riportano Maria Gabrieli, la madre di Don Antonio (1801) è Laura (1771) figlia di Gio.Batta Piardi "Bonassì" andata in sposa a Giacomo (1766) [figlio del fu Antonio del fu Francesco] in 2° voto. Il futuro Don Antonio è tenuto a battesimo da Pietro figlio di Giuseppe Sedaboni. Piardi Maria, sposata l'anno 1860 a G.B. Fada, nasce il 1° dic. 1840 in Stravignino di Pezzaze, figlia di Giacomo del fu Buono del fu Francesco Bonàs e di Maria di Antonio del fu Giacomo Viotti (gli fa da padrino al fonte battesimale Maria sposa di Angelo Gabrieli, dei detti frer, fu Giacomo). Reg. Batt. P. S. Ap. P. a pag. 403 e 476 de 'I Piardi', Vol. 2° Per quanto sopra, Maria (1840) - che è madre di Padre Natale di Gesù (Giuseppe Giacomo Fada) - è sorella di Santina (1849) dei Celvìt, antichi Bonàs, Piardi, 'genitrice' delle tre menzionate famiglie legate pure a Don Antonio (1801)}.

Cesare Enrico Piardi dei Quarantì [Bone dè Sante(de la Santa) e Celvìt] - Presidente
Giacomo Osvaldo Piardi dei Chichera - Copresidente
{Per questa pur breve biografia ci siamo avvalsi di documenti facenti parte del 'Dossier' proposto dal Postulatore della causa di beatificazione e canonizzazione di Don Giovanni Calabria presso l'Ufficio Vaticano della Congregazione dei Santi}

top

300 anni

Giovanni Antonio Piardi
Pezzaze 3 aprile 1699 - Pezzaze 27 febbraio 1761 (1767)

Figlio di Antonio e di Maria. Sacerdote. Ha come padrino di battesimo il futuro Don Giovanni Battista Sedaboni (1689 - 1722) quando lo stesso ha solo dieci anni.
Don Giovanni Antonio è padrino di battesimo del futuro sacerdote, benefattore Don Giov. Battista Viotti (1720-1799). Viene sepolto nella nuova chiesa di Pezzaze Sant'Apollonio davanti all'altare della Beata Vergine del Carmine ed è il primo ad esservi tumulato. Come recita una vecchia lapide sotto il nuovo pavimento:
"HIC REQUIESCUNT OSSA ADM. REV. D. IO ANT. PIARDI XXVII FEBR. MDCCLXVII PRIMUS IN HAC ECC.A SEP.TUS".

200 anni

Andrea Piardi "Catanì"
Pezzaze 5 settembre (11 novembre) 1799 - Gussago 22 gennaio 1854

Capostipite di tutti i Piardi originari di Gussago, muore, all'età di 55 anni, il 22 gennaio 1854 e viene tumulato nella monumentale tomba di famiglia al Vantiniano di Brescia. Lascia otto figli, il primo dei quali deve ancora compiere i dieci anni e l'ultimo ha appena maturato undici mesi. (Da voce Andrea Piardi, Pezzaze 1799 - I Piardi - Vol.). Figlio di Andrea (1765) e di Maria Bregoli. Sposa Elisa Ogna da Rezzato-Brescia. Giunge a Gussago nel 1830/1832, con il soprannome "Catanì", infatti, Andrea padre è del medesimo ceppo originario; è accertato abbia avuto due figlie e sei figli maschi di cui i primi cinque garibaldini. Capostipite di tutti i Piardi originari di Gussago, muore, all'età di 55 anni e viene tumulato nella monumentale tomba di famiglia al Vantiniano di Brescia, porticato semi circolare del Pantheon. Lascia otto figli, il primo dei quali deve ancora compiere i dieci anni e l'ultimo ha appena maturato undici mesi, oltre alla giovane sposa. La sposa Elisa Ogna decede a Gussago il 18 gennaio 1891 all'età di 66 anni e viene tumulata nella tomba di famiglia. Nell'incontro del 31 gennaio 1999 tenutosi in Gussago con Andrea sono stati ricordati in solenne cerimonia tutti i componenti dei Casato che sono andati avanti nel mosaico celeste. (V.: Giornale Brescia Oggi dei 28 gennaio e 1° febbraio 1999; Il Giomale di Brescia - Ann. Necr. del 22 e 30 gennaio 1999).

top

100 anni

Il profeta Osea con la moglie Gomer. Miniatura del Maestro della Bibbia di Corradino, secolo XIII-XIV. Bibbia Bassetti. Trento, biblioteca ComunaleAngela Piardi
Pezzaze 7 giugno 1899 - Pezzaze 24 agosto 1994
Figlia di Raimondo dei Cansonète e di Angela Bemardelli. Sposa nel 1920 Carlo Pelizzari da Tavemole ed ha cinque figli, tre formano famiglia: Severina che sposa Giovanni Tassi; Marcella che sposa Ugo Tacchini e Raimondo che sposa Emilia Seniga.

Santina Caterina Piardi
Pezzaze 8 ottobre 1899 - Pezzaze 11 dicembre 1985
Figlia di Ermenegildo (1873) dei Gildi e di Rossi Domenica. Sposa il 6 febbraio 1921 Antonio Richiedei (1890) detto Tunì di Gambe dal quale ha sei figli, uno di questi, Giuseppe (1921 - 1942) cade durante la Campagna militare di Russia.

Teodora Elisabetta (Beta) Reboldi
Gussago 5 ottobre 1899 - Gussago 2 maggio 1990
Figlia di Angelo detto 'Anima Santa' e di Brigada PIARDI (di Ernesto e di Angela Codenotti ). Sposa il 17 ottobre l923 Pietro Corti, ed ha una figlia: Maria Maddalena che sposa Valerio Ghidinelli ed ha due figli: Agostino e Giancarlo.

- il Profeta Osea con la moglie Gomer. Miniatura , sec. XIII-XIV. Osea vive nel sec. VIII A.C. -

Camilla Sabattoli
Gussago 1899 - Lumezzane 2 febbraio 1974
Figlia di Silvio e di Marietta (Anna Maria Giuseppa) PIARDI (1875) (di Emesto e di Angela Codenotti). Sposa il 5 gennaio 1928 Clemente Saleri da Lumezzane ed ha tre figli: Silvia (1928 - 1990); Gelsomina (1931 - 1988) che sposa nel 1965 Tarcisio Festa ed ha tre figli: Giorgio, Luciano e Sergio; Damiano del 1936.

top

Ricorrenze 2002

50° di Matrimonio"Lo sposalizio" - Raffaello - Milano - Pinacoteca di Brera

- LICIO PIARDI di Pilade (1898) e Irene Bellini. Nasce a Cizzolo di Viadana (Mn) il 7 giugno 1925. Sposa Maria Redolfini da Cizzolo il 13 gennaio 1952 ed ha due figli: Elvina (1951) e Marzio (1956).

- LUCIANO PIARDI di Pilade (1898) e Irene Bellini. Nasce a Cizzolo di Viadana (Mn) il 13 marzo 1927. Sposa Leda Pezzoli il 22 novembre 1952 ed ha due figli: Gianfranco (1961) e Viviana (1954).

Si sono sposati 40 anni fa:

- MIRIAM PIARDI di Maffeo Maffetto (1900) e di Candida Maffina. Nasce il 4 giugno dell'anno 1941. Sposa il 26 maggio 1962 Giacomo Piotti da Lavone ed ha due figlie: Cinzia (1963) e Franca (1968). Cinzia sposa il 18 maggio 1985 Marco Tassi da Cimmo ed ha un figlio: Carlo (1986). Franca sposa il 4 settembre 1993 Paolo Morandi da Nave.

 

- lo sposalizio della Vergine - Raffaello -

- ARCANGELO PIARDI di Bortolo Angelo (1885) e Caterina Rossi. Nasce a Pezzaze l'8 febbraio 1930. Sposa Marilia Bontacchio da Pezzaze il 5 maggio 1962 ed ha due figli: Lucia (1963) e Roberto (1969). Risiede in Mozzo di Bergamo. (vedi genealogia Piardi nati a Pezzaze - Mafé/Tope, Volume primo "I PIARDI" edito l'anno 1998).

- ROSALBA PIARDI di Antonio (1904) e di Domenica Fusi. Nata a Sabbio Chiese il 24 febbraio 1941. Sposa il 20 settembre del 1962 Luciano Turrina da Sabbio Chiese ed ha due figli: Raffaella e Stefano.

- ELIDE PIARDI di Giuseppe (1910) e di Maria Emma Balduchelli. Nasce nel 1939. Sposa nel 1962 Battista Massa da Manerbio ed ha due figli: Mara (1963) e Oscar (1968). Mara sposa Ezio Sala ed ha un figlio: Cristian.

Si sono sposati 30 anni fa:

- GIACOMO PIARDI di Francesco (Cici) e Angela Mombelli nato a Gussago il 23 novembre 1951. Coniugato nel 1972 con Maria Angela Zanardelli da Rodengo Saiano. Figli: Francesca, Alessandro, Andrea.

- ROSANGELA PIARDI di Francesco e Teresa Arici, nata a Gussago il 1° febbraio 1947. Coniugata con Felice Greotti da Gussago il 22 aprile 1972. Figli: Francesco, Michela, Mariateresa.

 

14 aprile 2002 - BEATIFICAZIONE del bresciano padre LODOVICO PAVONI

(Testo della nota inviata alla Congregazione dei Pavoniani)

Permetta codesta Onorevole Congregazione "Figli di Maria Immacolata" - PAVONIANI
di poter gioire con i Pavoniani unendoci all'immenso coro dei devoti del Beato Fondatore.

Molti Piardi conoscono, in Italia e nel mondo, l'opera del Beato Pavoni in favore dei più poveri, dei giovani per un avvio professionale al lavoro, dei sordomuti.
Don Geremia Antonio Piardi fu, agli inizi del 1900, Vice Rettore del "Pavoni".
La ricerca sul Casato Piardi, pubblicata con i volumi 1 e 2, dedica ampio spazio alla conoscenza dell'Opera Pavoniana tra i componenti del Casato.Ugualmente sarà col redigendo volume 3°.
I Piardi conoscono l'opera e lo zelo di p. Pavoni sin dalla fine degli anni 1840, sia di quando l'Istituto agiva in S. Barnaba in città di Brescia, sia nella sede di Saiano (1849), quanto in quella 'sfollata' di Pezzaze (1943..).

Complimenti. Cordialità. Auguri. Con gaudio.

I Responsabili del Comitato I PIARDI - " I PIARDI NEL MONDO - LOS PIARDI EN EL MUNDO "
25060 PEZZAZE - Via S. Rocco, 19
Cesare Enrico Piardi
Giacomo Osvaldo Piardi
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Si unisce: Achille Giovanni Piardi - Curatore della ricerca sulla Casata Piardi
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il Foglio Notizie I PIARDI, n. 10 - pubblicato alla fine di febbraio, reca ampie notizie sul rapporto tra i Piardi e la congregazione dei padri Pavoniani - Figli di Maria Immacolata

Ricorrenze 2001

ANTONIO PIARDI
(1settembre 1801) della famiglia, da noi chiamata, Giacom bubà del Don Antonio, originaria degli attuali De la Chichera, Gilde/Gildi, De la Costa.
Anche se altri riportano Maria Gabrieli, la madre di Don Antonio è Laura figlia di Gio.Batta Piardi "Bonassì"; Antonio è tenuto a battesimo da un Sedaboni (Vol.II "I PIARDI", pagina 448 volume secondo-p.prima al n. 666 dell'elenco dei battezzati in Sant'Apollonio). Per la vita di Don Antonio vedi, inoltre, pagine da 130 a 138 e da 237 a 239 del volume I e pagine 178, 199, 226, 237 in parte prima Vol. II e pagine 633/634 in parte seconda del volume II " I PIARDI ").

Il giorno 9 settembre 2001 il Casato ha celebrato il 200° della nascita di Don Antonio Piardi
leggi qui la cronaca con le fotografie della giornata!

30° di Matrimonio:

- MARA PIARDI di Teodoro (1905) e di Ines Piotti. Nasce il 25 settembre 1946. Assistente sociale. Sposa il 14 ottobre 1971 Enrico Gatti da Treviglio ed ha due figli: Roberto (1973) e Andrea.

- LILIANA PIARDI di Faustino, detto Burtul, e di Gallia Pierina da Marmentino, sposa nel 1971 Giorgio Falca da Almese (TO) ed ha due figli (Fabrizio e Silvia).

- LAURA PIARDI di Giuseppe Mattia (1918) e di Iside Buscio. Nasce l'8 luglio 1950. Sposa l'8 maggio 1971 Piasenti da Pezzaze ed ha quattro figli: Carla (1971), Pierangela (1973), Diego (1972) e Gianluca (1976).

- SILVIA PIARDI di Giovanni Maria (1918) e Maria Torre. Nasce il 25 settembre 1950. Nel 1971 sposa Marco Ghezzi da Milano ed ha due figli: Mattia (24 maggio 1972) e Marta. Risiede in provincia di Varese.

- ANGELO PIARDI di Pietro e Ines Bontempi nato a Gussago il 22 ottobre 1941, coniugato il 30 ottobre 1971 con Luciana Orlandi da Gussago ed ha due figli: Pierpaolo (1972) e Simone 1978).

- GIUSEPPINA PIARDI figlia di Cesare detto Gino e di Serafina Spranzi, nata a Gussago il 25 settembre 1949 coniugata con Franco Zambelli da Pedenaga (Rodengo S. in Franciacorta) il 6 settembre 1971 ed ha tre figli: Emanuel (1972), Marco (1974) e Andrea (1983).

25° di Matrimonio:

- ELMA PIARDI di Ettore (1931) e di Maria Balduchelli. Nasce il 19 gennaio 1957. Sposa nel 1976 Romano Bregoli da Tavernole ed ha due figli: Stefano (1977) e Michele (1979).

- DARIA PIARDI di Ettore (1931) e di Maria Balduchelli. Nasce il 1° dicembre 1958. Sposa nel 1976 Bettino Bregoli ed ha due figli: Paolo (1976) e Andrea (1985).

- VINCENZO PIARDI di Giacinto e Elvira Andrini, nato a Gussago il 19 aprile 1950 coniugato nel 1976 con Gabriella Inselvini da Navezze nata il 15 novembre 1953 ed ha due figli: Pamela (1977) e Maurizio (1988).

- MARIASERENA PIARDI di Adelmo (1925) e di Giulia Sacchi. Nasce a Gualtieri nel 1954. Sposa nel 1976 Oliviero Dallaglio da Gualtieri ed ha un figlio: Cesare (1977).

Hanno compiuto gli anni:

- Teresa Piardi dei Valì, anni 93. Pezzaze

- Annunciata Nena Piardi dei Pelès, sposata Viotti, anni 91. Pezzaze

- Antonino Minutola figlio di Aurelia Anna Piardi dei fu Achille dei Catanì e Maddalena Trebeschi, anni 85. Brescia

- Secondo Faustino Viotti figlio di Angelo (1861) dei fu Faustino e Valentini Maria e di Caterina Rossi dei fu Angelo e Bregoli Maria, [pronipote di Domenica Piardi figlia di Bortolo "Catanì" fu Bortolo andata in sposa (nel 1820) a Pietro Viotti di Giovanni Battista fu Pietro], anni 84. Pezzaze

- Brigida Bernardelli sposa di Faustino Piardi (1907) dei Pelès, anni 86. Ghedi.

- Teodoro Piardi dei Cansonète da Pezzaze, anni 95. Palazzolo S/O Chiediamo scusa per le possibili omissioni, colmabili solo col vostro aiuto.

top

Ricorrenze 2000

100 anni dalla morte di Cesare Piardi (1844 - 26 febbraio 1900)
100 anni dalla nascita di Maffeo Piardi (13 giugno 1900)

Il 26 febbraio 2000 ricorrono 100 anni dalla morte di Cesare Piardi (1844)
Patriota risorgimentale Garibaldino nella lotta per la liberazione delle Due Sicilie con i Mille di Garibaldi. Figlio di Andrea (1799) Catanì da Pezzaze nostro avo. Cesare, sposato ad Anna della nota famiglia Tosini di Gussago, è padre di diversi figli tra cui il noto Batistì esule, sin dagli anni venti, in Francia, per motivi politici. Altre notizie sono rinvenibili nel primo e secondo volume I Piardi.
Cesare è fratello di altri sette:
Enrico, sposato a Maddalena Trebeschi (vedova del fratello Achille), avo diretto: dei Piardi Runcù per mezzo di Luigi, di quelli di Giovanni (deceduto nella I Guerra Mondiale) e di quelli di Elisa sposata Bonfadelli detti Burtulèto; Ernesto, noto come Siur Nano, padre di Nino Angelo 'Chèi dè la Bianca', di Achille Domenico 'Chèi dè Achile'; padre anche di Teresa sposata Lumini, Brigida sposata Reboldi, Marietta sposata Sabattoli; Giovanni, sposato a Giulia Firmo;Giacinto Luigi, sposato a Catterina Nauti da Lavenone, i cui figli hanno vissuto a Milano;Achille, sposato a Maddalena Trebeschi, padre di Aurelia Anna sposata Minutola; Marianna, sposata a Cesare Olivares, i cui discendenti risiedono in Brescia;
Teodora, sposata a Giuseppe Cancarini da Carcina, i cui pronipoti risiedono in Verona.

30° di Matrimonio:

- RENATA PIARDI di Faustino (1916), dei Mafé e di Gallia Pierina da Marmentino. Nel 1970 sposa Gian Piero Viretti ed ha Mara nel 1976.

- LUIGINO PIARDI di Giuseppe (1910) detto Cipa e di Maria Emma Balduchelli. Nasce nel 1946 a Bovegno. Sposa nel 1970 Pierina Facchini ed ha una figlia: Luisa (1978).

- MARIA ANNA PIARDI figlia di Cesare detto Gino e di Serafina Spranzi, nata a Gussago il 12 luglio 1948 coniugata con Salvatore Palermo da Marsala (TP) il 24 ottobre 1970. Ha due figli: Maria Elisabetta (1971) e Francesco (1975).

25° di Matrimonio:

- LUIGI PIARDI di Dante (1911) e Caterina Nicolini. Nasce a Vezzano Ligure (Sp) il 13 gennaio 1948. Sposa il 18 maggio 1975 Anna Parisse da L'Aquila ed ha due figli: Andrea (1976) e Luca (1978).

- NICOLETTA PIARDI di Giovanni Maria (1918) e Maria Torre. Nasce il 14 giugno dell'anno 1949. Nel 1975 sposa Raul Mattassi da Buenos Aires ed ha due figli: Jan (11 giugno 1981) e Alan (26 giugno 1984). Risiede a Caronno Pertusella (Va).

- MILENA PIARDI nata a Susa (TO) 17 marzo 1956. Figlia di Giuseppe Mattia (1918), dei Mafé e di Iside Buscio. Sposa nel 1975 Vincenzo Del Gaudio. Ha due figlie.

- ANGELA PERONI (1945) di Paolo e Caterina Rina Piardi (1911). Sposa il 2 giugno 1975 Andrea Frassine ed ha due figli: Francesca e Luca.

- BIANCA PIARDI di Francesco Achille e Agnese Trebeschi nata a Gussago il 10 ottobre 1952, coniugata il 12 aprile 1975 con Dario Panada del 1953. Ha due figli: Andrea (1976) e Matteo (1984).

- ALDO PIARDI di Achille e Angela Bettenzana, nato a Gussago il 10 gennaio 1950 coniugato il 17 maggio 1975 con Giuliana Montanari nata 1l 10 marzo 1955. Ha due figli: Alessandro (1978) e Davide (1989).

- MADDALENA MARISA PIARDI di Giovanni e Teresa Perotta, nata a Gussago il 4 settembre 1953 coniugata il 4 ottobre 1975 con Giovanni Tonelli nato il 29 dicembre 1951. Ha due figli: Moira (1977) e Oscar (1981).

top

Ricorrenze 1999

30° di Sacerdozio:

GIAN PIERO PIARDI
Pezzaze (1942), figlio di Faustino (1916) dei Mafé e di Gallia Pierina. Sacerdote il 29 giugno 1969. Celebra la Santa Messa a Pezzaze il giorno di San Apollonio, 13 luglio 1969. Parroco di Sant'Evasio di Susa e di Moncenisio. Giornalista. Già direttore del giornale diocesano La Val Susa, che ha festeggiato i cento anni di edizione, è ora presidente dell'Editrice Società Diocesana Segusina, proprietaria del giornale. E' il responsabile della pastorale "ad migrantes" per la diocesi di Susa. II 26 giugno 1994 celebra in Susa il 25° di Sacerdozio "nella chiesa di Cristo a servizio dei fratelli".

25° di Sacerdozio:

ANGELO PIARDI
figlio di Francesco (Cici) nato a Ronco di Gussago nel 1948, appartiene al clero díocesano. Ordinato sacerdote il 15 giugno 1974 è Vicario Cooperatore a Provaglio d’lseo (1974-1979), parroco di Cortenedolo (1979-1985) supplente a Vico di Edolo (1980-1985), in missione "Fidei Donum" in Uruguay dal 1985 al 1996, dal 1996 assegnato in cura d'anime, quale Vicario Cooperatore, alla Parrocchia di Palosco (Bg) e dal 1997 tale alla Parrocchia di Capriolo.

25° di Matrimonio

GIACOMO OSVALDO
di Battista (1905) e Concetta Maffina. Nasce a Pezzaze il 3 gennaio 1938. Sposa il 5 gennaio 1974 Maria Grazia (Wanda) Sordiglioni ed ha due figli: Alessandro (1974) e Ugo (1979).

BRUNO PIARDI
di Francesco e Teresa Arici, nato a Gussago il 31 maggio 1950 coniugato con Enrica Torchio da Gussago il 20 aprile 1974 ed ha due figli: Clara (1979) e Fabrizio (1986).

CLAUDIO PIARDI
di Andrea e Giacinta Reboldi, nato a Gussago il 20 febbraio 1949 coniugato con Vittorina Faita (dei Camulì) da Gussago il 1 giugno 1974 ed ha un figlio: Fabio (1975).

SAVINO PIARDI
di Maffeo Maffetto (1900) e di Candida Maffina. Nasce l' 8 dicembre 1943. Sposa il l° agosto 1974 Valeria Otefli da Irma ed ha un figlio: Mauro (1978).

ROSA PIARDI
di Giuseppe Mattia (1918) e di Iside Buscio. Nasce a Susa il 17 marzo 1954. Sposa nel 1974 Angelo Scarpino della Calabria ed ha due figli: Giuseppe e Sabina.

SEVERINO PIARDI
di Umberto (1916) e di Angela Bregoli. Sposa nel 1974 Mirella Pintossi da Sarezzo ed ha due figli: Manuel (1977) e Luana (1987).

top