home page

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - BRASIL

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

Comitato

I PIARDI salutano - per mezzo del loro sito www.piardi.org - i 60 milioni di italiani emigrati, figli e discendenti, residenti all’estero.
L’Italia: un paese che non vuole dimenticare i suoi connazionali e che si impegna per mantenere saldi i legami di sangue che ci uniscono, qualunque sia la distanza che ci separa.

Componenti Comitato "I Piardi" in data 19 gennaio 2012:

· Edda Piardi di Antonio de la Costa
· Rosa Piardi di Antonio de la Costa
· Ivana Piardi di Ivan di Giuseppe dei Late
· Cesare Piardi di Giovanni 'l Nene di Giovanni Quarantì di Giovanni dei Bone de Sante
· Francesco Cinì Piardi di Francesco Raffaele detto Cino dè Castegnàcol dei Brine
· Attilio Piardi di Francesco di Antonio dei Valì
· Rosangela Piardi di Francesco di Achille Domenico di Ernesto di Andrea dei Catanì
· Miriam Piardi di Maffeo di Giovan Maria dei Mafé
· Sergio Piardi di Andrea di Achille Domenico di Ernesto di Andrea dei Catanì
· Maria Piardi di Giovan Maria di Giovan Maria dei Mafé
· Carla Piardi di Milo Domenico di Maffeo di Giovan Maria dei Mafé
· Achille Giovanni Piardi di Francesco di Achille Domenico di Ernesto di Andrea dei Catanì
· Walter Piardi, mantovano, di famiglia originaria di Cizzolo di Viadana (Mn)

...in attesa di nuovi volenterosi!!!


RELAZIONE DEL PRESIDENTE al RIFUGIO PIARDI, festa dei 525 anni dei PIARDI, 2/9/2012 comunicato pdf

SALUTO del PRESIDENTE, Cesare Enrico Piardi, 28/6/2009 comunicato pdf

COMUNICATO del Comitato "I PIARDI". Cavaion Veronese, 25/9/2007 comunicato pdf

 


Le alte montagne che fanno corona alla conca di Pezzaze, terre dei Piardi.
(foto di Sergio Gnocchi da Gussago)


Stravignino e Pezzazole di Pezzaze, con Sant'Apollonio vetere e quello nuovo
(foto di Sergio Gnocchi da Gussago)

Decisioni, recenti e passate, del Comitato anche attinenti il Raduno universale e come siamo giunti alla scelta di CIZZOLO 2005

· 25 novembre 2004 – Pezzaze. Il Presidente del Comitato convoca i Piardi e discendenti in quel di Cizzolo (MN) per la giornata di Domenica 8 maggio 2005.
· 4 settembre 2004 – Pezzaze. La Presidenza del Comitato “I PIARDI” incarica il mantovano Dott. Walter Piardi e Achille di prendere i dovuti e necessari accordi locali e di contattare i Piardi in quel di Cizzolo.
· 27 giugno 2004 – Susa (TO). Il Comitato riunito in seduta pubblica nella Canonica di Sant’Evasio, in occasione del 35° sacerdotale di Don Gian Piero Piardi, conferma la volontà di tenere nel viadanese mantovano il 2° Raduno dei PIARDI ed attende la conferma della data da parte dei cugini mantovani.
· 27 marzo 2004 – Pezzaze. Il Comitato – presieduto da Cesarino Piardi, conferma che il 2° Raduno universale dei Piardi si terrà nel Viadanese mantovano, fra Oglio e Po, in una domenica del mese di maggio 2005; il programma definitivo verrà stabilito nel corso della seduta estiva del Comitato.
· 27 settembre 2003 – Pezzaze (Val Trompia). Il Comitato – presieduto da Giacomo Osvaldo Piardi – Copresidente/Cassiere, nella calda atmosfera della foresteria della miniera “Stese” – Marzoli, un tempo luogo di lavoro dei Piardi:
a. Sentito il dott. Walter Piardi, si impegna ad indire in terra mantovana “fra Oglio e Po”, entro il mese di Maggio 2005, il 2° Raduno universale del Casato;
b. Convoca per il 27 giugno 2004 in città di SUSA – Val Susa (To) tutti i Piardi alla celebrazione del 35° di ordinazione sacerdotale di Don Gian Piero PIARDI, Parroco di Sant’Evasio in Susa;
c. Prende atto delle adesioni all’invito “...almeno 5 euro...” e ringrazia gli offerenti;
d. Individua le aree di residenza dei Piardi sul territorio italiano: mantovano, bresciano, milanese, torinese e le valli, cuneese, ligure, altre; all’estero: Brasile, Argentina e altri Stati;
e. Chiama all’appello i Piardi che possono impegnarsi a rinsaldare i rapporti tra i Piardi stessi delle aree individuate;
f. Decide di avviare approcci personali e di famiglia con tutti i Piardi avvalendosi dell’impegno dei componenti il Comitato e di altri volenterosi.
· 3 maggio 2003 – Pezzaze. Il Comitato – sotto la presidenza di Cesare E. Piardi – presente il nuovo componente Dottor Walter Piardi, in rappresentanza dei Piardi originari del mantovano e di quelli veneti:
1. Conferma la terra mantovana quale sede del prossimo raduno universale;
2. Comunica la possibilità per i membri di ciascuna famiglia di ottenere (anche nuove) notizie inerenti agli ascendenti, attingendo alla Banca dati del Casato “I PIARDI”;
3. Propone a ciascuno dei Piardi e discendenti, presenti nell’indirizzario del Casato, anche al fine di garantire la stampa e l’invio del Foglio Notizie “I PIARDI”, di versare, almeno, la somma di Euro 5, oo - con C.C.Postale - al Comitato “I PIARDI” n.: 13649207. Piardi A. – cas. p. ap. Stravignino, 25060 Pezzaze
· 8 ottobre 2002 - Cavaion (VR). Proposta del Comitato “I Piardi”: Iniziative al fine di una più ampia conoscenza tra (noi) i Piardi; incontri regionali: chi è disponibile ad organizzarli?, con l’aiuto del Comitato, in attesa del Raduno universale.
· 2 febbraio 2002 - Pezzaze. Il Comitato dei Piardi, I PIARDI NEL MONDO, esaminata la situazione, in ampia evoluzione, riguardante il futuro Raduno Universale dei Piardi e ricordato l’incontro conoscitivo tenuto in Cizzolo di Viadana (Mantova) il 21 ottobre 2001 con i cugini “Piardi del Po” - per mezzo del Dottor Walter - conferma che il Raduno Universale del Casato si terrà in terra mantovana allorquando i cugini di quelle terre saranno pronti a dare il via alla macchina organizzativa condotta dal Comitato “ I PIARDI ”.
· 9 settembre 2001 – Rodengo Saiano in Franciacorta (Bs). A margine del Raduno dei Piardi, presso l’Abbazia Olivetana di S. Nicola, in occasione del 200° della nascita di Don Antonio Piardi (1801 – 1880), Parroco all’Abbazia di Rodengo (Bs), il Consiglio di presidenza del Comitato decide di recarsi, in ottobre, in quel di Cizzolo (Mn) per incontrare i Piardi nativi delle terre tra Oglio e Po.
· 4 giugno 2000 - Pezzaze (Val Trompia). I mantovani, in occasione del 1° Raduno Giubilare universale del Casato, avanzano la richiesta tesa a convocare il 2° raduno dei PIARDI nella loro terra.
.-.--.

L’attività dei PIARDI dal 1997 al 2003, brevemente.
Relazione del presidente, Cesare Enrico Piardi, al Comitato del 3 maggio 2003

· ... Achille si presenta a Pezzaze nei giorni 7, 8, 9, 13, 15, e 16 agosto 1997 col desiderio di raccogliere notizie sui PIARDI di PEZZAZE e su quelli che da qui sono partiti per il mondo. Raccoglie notizie d’archivio in Parrocchia, in Comune ed al Pio Istituto Bregoli.

· Non sembra vero, ma lavorando in archivio e presso le famiglie ottiene molti dati, forse non tutti quelli sperati, tuttavia il 25 luglio 1998, nel corso della Festa della montagna, presentiamo alla popolazione ed al Sindaco il primo Volume sui PIARDI, sono circa 700 pagine.
Il volume è proposto alle famiglie di Pezzaze ed a tutti i Piardi nel mondo mediante un versamento diretto di almeno lire 100 mila a favore della costruenda Infermeria della Missione di Kuhlna in Bangladesh tenuta dai Missionari Saveriani di Brescia e di Parma. Il motivo della destinazione è dettato dall’autore del volume in virtù del legame che intrattiene con padre Italo Gaudenzi ideatore dell’Infermeria per interventi ortopedici sui bambini malformati del Bangladesh che è (era, †Luglio 1997) di Padergnone di Rodengo, terra vicina ai Piardi essendo stata gratificata, nel 1842, dal benefattore pezzazese Andrea Piardi “Catanì” (nato nel 1767 e del quale quest’anno 2003, a novembre, ricorre il 160° della morte) padre del padre di tutti i Piardi di Gussago. L’iniziativa riesce, praticamente si collocano quasi tutte le 300 copie del volume e l’ammontare delle offerte a favore dell’iniziativa per il Bangladesh è assai considerevole.

· Da questo momento, luglio 1998, si affaccia l’idea di costituire un organismo di coordinamento delle iniziative quali: il raduno dei Piardi e la raccolta di dati per la stesura del 2° volume sui PIARDI; siamo così giunti alla fine del 1998.

· Si parte con gli auguri di Natale a tutti i Piardi nati a Gussago e l’invito per questi, esteso anche ai rappresentanti delle circa 18 famiglie Piardi di Pezzaze, al Raduno dei Piardi Gussaghesi per il 31 gennaio 1999, al fine di ricordare – come avevamo fatto in occasione dell’uscita anticipata del volume primo – il 200° della nascita di Andrea Piardi da Pezzaze, nato l’anno 1799, padre di tutti i Piardi gussaghesi. La cerimonia solenne nella basilica di S. Maria Assunta in Gussago vede la partecipazione di 120 Piardi. Partecipano anche 20 Piardi di Pezzaze, in rappresentanza delle famiglie di qui, e Don Gian Piero Piardi vicario del vescovo di Susa, figlio di Faustino dèi Mafé. Al pranzo siamo in 85. Come prima iniziativa d’incontro non è male, possiamo essere contenti, e si pensa al Raduno Giubilare universale del Casato per l’anno 2000 in Pezzaze.

· Siamo al 1° maggio 1999. Dopo aver raccolto le volontarie adesioni al Comitato, giungendo sino a 19 componenti, oggi 1° maggio si insedia l’organismo di raccolta dei Piardi e di coordinamento di tutte le attività, non prima di aver provveduto all’elezione del suo presidente nella persona di Cesare Enrico PIARDI, di Giacomo Osvaldo quale Vice Presidente - Cassiere e di Carla Piardi – segretaria del Comitato; le attività evidenziate sono:
1. Raduno Universale del 2000;
2. Raccolta dati per la stesura del 2° volume sul Casato;
3. Altre iniziative di aggregazione, tra cui la stampa del “Foglio notizie” I PIARDI per tenere uniti ed informati tutti i componenti nel mondo e realizzare gite in occasione di incontri ed importanti ricorrenze;
4. Iniziative di solidarietà verso il Collegio Padre Remo Prandini Viotti di Hardeman in Bolivia, tanto vicino alla gente di Valtrompia, al fine di realizzare un aula scolastica che poi abbiamo chiamato “I Piardi nel mondo” e verso l’ospedale-infermeria di Kuhlna in Bangladesh. Gli obiettivi saranno raggiunti ancor prima di tenere l’incontro giubilare dei Piardi fissato per 4 giugno 2000.

· La prima iniziativa ci vede il 26 giugno 1999 in quel di SUSA. Infatti, in questa data Don Gian Piero Piardi celebra il 30° di sacerdozio e noi non potevamo mancare. Lui è con noi tutto il giorno nonostante vi fosse in cattedrale il 50° di sacerdozio del suo vescovo, il quale per l’occasione <della presenza dei suoi bresciani> ottiene la dispensa dal presenziare al solenne pontificale giubilare del vescovo, lui braccio destro del presule di Susa.

· Per far giungere notizie si passa subito alla predisposizione dell’indirizzario elettronico dei PIARDI per l’invio di notizie e informazioni che ben presto raggiunge e supera i 1000 indirizzi, e che oggi 3 maggio 2003 ne conta ben 1388, circa 450 famiglie.

· Il FOGLIO NOTIZIE esce con cadenza media di due/tre numeri l’anno e l’ultimo uscito a marzo 2003 porta il numero 14. Il prossimo non sappiamo se e quando uscirà, anche se sarebbe necessario mantenerne la continuità al fine di non disperderci... lasciando pause silenziose troppe lunghe....

· Ad ottobre del 1999, a Barche di Brione, i Piardi di Gussago tengono riunione anche per confrontarsi sul futuro raduno, sulle necessità, le iniziative i significati e le spese inerenti. Alla riunione partecipano i nostri Cesarino e Osvaldo... anche per conoscerci meglio.

· Torniamo al Raduno universale, che sappiamo si è poi tenuto il 4 giugno 2000. Una grande macchina condotta da pochi uomini e donne, ma ben condotta. I risultati sono stati ottimi: di noi hanno parlato, prima e dopo il Raduno, più di 25 giornali e riviste, quelli locali e regionali ma anche nazionali e di grande tiratura qui citiamo solo il Corriere della Sera ed il Giornale con, addirittura, un intera pagina. Achille ha rilasciato in diretta o registrata, prima e dopo il Raduno, almeno 20 interviste. I partecipanti sono stati molti, ufficialmente 205, 145 quelli al pranzo. L’eco del nostro incontro è stata forte, a tal punto che il martedì successivo si fa viva la direzione RAI di Milano affinchè si organizzi un secondo raduno per la televisione nell’ambito della trasmissione ITALIE di Rai 3, il giorno 12 giugno, alle ore 12,30. Cosi che dopo qualche titubanza e preoccupazione... e l’andata a Milano alla sede Rai di Corso Sempione con una video cassetta amatoriale della festa... domenica 11 la troup della Rai circola per Pezzaze al fine girare chilometri di pellicola di supporto alla trasmissione in diretta del lunedì 12; così Cesarino il nostro Presidente può presentare Pezzaze, i Piardi, le miniere ed il duro lavoro in esse. Pezzaze va in onda televisiva nazionale, per la prima volta in assoluto, grazie ai Piardi. Il Sindaco è con noi e i Piardi stanno in diretta per ben 18 minuti e mezzo. L’aula I PIARDI in Bolivia è una realtà ancor prima di cominciare, dopo giungono ancora altri cospicui contributi che, non sufficienti per una seconda aula, sono utilizzati per realizzare opere d’accesso al Collegio padre Remo Prandini. Durante il raduno si distribuisce il volume secondo I PIARDI in due parti, dato l’elevato numero delle pagine, circa 1300.

· Siamo ora giunti all’inizio di settembre del 2000. Il Raduno si è tenuto il 4 giugno e la riunione del Comitato per “la resa dei conti” si tiene, appunto, il 2 settembre, ospiti in casa di Secondo Viotti in Pezzaze. .... l’ammontare delle spese e quelle che si temono per l’avvenire fanno nascere, forse, alcune incomprensioni o eccessivi timori tali che qualcuno dei componenti del Comitato, poco prima, durante, o dopo la riunione del 2 settembre.... lasciano o sostanzialmente non si presentano alle sedute successive del Comitato. Ricordo che l’unico impegno che fu chiesto ai componenti, sempre se fossero stati d’accordo, fu quello di anticipare 500 mila lire ciascuno per garantirci le spese di stampa del libro. La garanzia del prestito stava nella possibilità di utilizzare la somma anticipata anche per l’acquisto, posteriormente ed eventualmente di tante copie del volume a lire 120 mila cadauna. Questo fu l’unico impegno, altri timori erano e si sono dimostrati infondati!!

· L’8 dicembre 2000 le autorità locali di Hardeman in Bolivia inaugurano l’aula “I PIARDI NEL MONDO” presso il Collegio padre Remo Prandini – Viotti. La manifestazione viene registrata ed un filmato della durata di 30 minuti è disponibile.

· II 9 settembre 2001 ci siamo trovati a RODENGO per ricordare don Antonio Piardi parroco a Pezzaze ed a Rodengo, nel 200° della nascita, uomo integerrimo e grande benefattore a Rodengo.

· A Rodengo si decide per l’incontro esplorativo del 21 ottobre 2001 in CIZZOLO di Viadana con i Piardi del mantovano, mediatore il dottor Walter. Pensavamo ad un abboccamento quale scambio di idee con qualcuno dei cugini mantovani ed invece ci siamo trovati in più di quaranta. E’ andato benissimo, con un pronto arrivederci.

· Il 2 febbraio 2002 il Comitato decide di comunicare a tutto il casato che il prossimo Raduno universale dei Piardi si terrà in terra mantovana, con data e modalità da definire.

· L’8 ottobre 2002 la presidenza del Comitato si incontra in Cavaion di Verona col dottor Walter Piardi - rappresentante dei mantovani - per studiare iniziative tese a realizzare il raduno e come agire coi preparativi intendendo sensibilizzare le coscienze mano a mano zona per zona, Milano, Torino.

· Qualcuno dei componenti del nostro Comitato se ne è andato al cielo per volontà superiore... che quì ricordiamo con il loro stesso entusiasmo: RITA FERRAGLIO, figlia di Maria Piardi da Pezzaze; ANTONINO MINUTOLA, figlio di Aurelia Anna Piardi da Gussago. Altri se ne sono andati per loro volontà e non è il caso che li rincorriamo. Noi siamo qui ancora, oggi, per vederci e per vedere cosa possiamo fare per tutti i Piardi del mondo, per vedere:
1. come e quando organizzare il prossimo Raduno;
2. se vogliamo continuare con l’informazione a mezzo del “Foglio notizie”;
3. se portare avanti l’idea della solidarietà, diretta come lo è stato sino adesso o indiretta, cioè gestita da noi.
4. Ma in primis, come recita, tra l’altro, l’ordine del giorno dell’attuale convocazione: sentire le ultime sullo stato delle ricerche, soprattutto nel mantovano, in merito alle quali relazionerà il Dottor Walter Piardi, mantovano d’origine, che ci onora della sua presenza e che da oggi, anche formalmente, è componente del Comitato dei Piardi.

Pezzaze, 3 maggio 2003

... alle 17,30 termina la seduta del Comitato, tenutosi nella nuova Foresteria della Miniera “Stese”, miniera ove hanno lavorato, a partire dal 1886, molti Piardi.
Le decisioni hanno interessato i punti 1. 2. e 4. dell’Ordine del giorno sopra indicato. Vedi FOGLIO NOTIZIE n. 15 del mese di giugno 2003. (**)
Per l’argomento di cui al punto 3), per ora, si è deciso di lasciare la “solidarietà” alla individuale personale sensibilità, pur continuando coll’indicare i nostri due progetti:
a) Ospedale in Bangladesh, così come dal luglio 1998;
b) Collegio P. Remo Prandini – Viotti ad Hardeman in Bolivia, avviato nel 2000, con
la costruzione dell’aula scolastica “I Piardi nel mondo” e, successivamente,
con la realizzazione di fondamentali opere edili d’accesso al Collegio oltre che
per acquistare materiale didattico.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Sede del Comitato 'I PIARDI': c/o Carla Piardi,
25060 PEZZAZE Stravignino, via S. Rocco 19
e-mail sede del Comitato: carla352@libero.it
Fax: 030.2771626
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

NATALE 2001 - Nascita del Signore
Oggi, Dio ha dato alla Vergine Maria il sorriso, poiché da Lei è nato il nostro sorriso: "Io vi annuncio una grande gioia". Questo abbiamo ascoltato oggi dall'angelo, poiché è nato Cristo.
Rallegriamoci dunque ed esultiamo assieme alla Beata Vergine, dal momento che Dio ci ha dato il sorriso, il motivo per sorridere e di compiacersi con Lei e in Lei: "Oggi ci è nato il Salvatore".
(Dalle prediche di Sant Antonio da Padova)

NAVIDAD 2001 - Natividad del Señor
Hoy, Dios le ha dado a la Virgen la sonrisa, porque de ella ha nacido nuestra sonrisa: "Yo os anuncio una gran alegria". Esto hemos escuchado hoy del angel, porque naciò Cristo.
Alegrémonos pues, y exultemos junto con la Virgen bienventurada, porque Dios nos ha dado la sonrisa, el motivo de sonreir y de gozar con ella y en ella:
"Hoy os ha nacido el Salvador".
(De los Sermones de San Antonio de Padua)

Felice Natale e prospero Anno nuovo!

Sacra famiglia

top

Comitato " I PIARDI " riunito in Pezzaze il 2 giugno 2001, decisioni:

I PIARDI a Rodengo (Franciacorta), domenica 9 settembre 2001 Abbazia Olivetana di San Nicola Incontro a ricordo del 200° della nascita di Don Antonio Piardi

ANTONIO PIARDI (1 settembre 1801 - 1880).

Della famiglia 'Giacom bubà del Don Antonio', originaria degli attuali De la Chichera (da Giacomo: Pezzaze 1877 e Caterina 1877), Gilde/Gildi (da Ermenegildo: Pezzaze 1873 e Domenica Rossi 1874 (figlia di Angelo e Maria Bregoli ), De la Costa (da Antonio: Pezzaze 1875 e Domenica Balduchelli ed in 2° voto con Margherita Bontacchio (1892-1957)). Le tre famiglie discendono dai coniugi (tali nel 1869): Santina Piardi (1849) 'dei Celvìt', anticamente 'Bonàs' [figlia di Giacomo 'Bonàs' del fu Buono del fu Francesco e Maria Viotti di Antonio del fu Giacomo] e Giacomo (Giuseppe) Piardi (1842) [figlio di Ermenegildo di Giacomo (1766) del fu Antonio e Rosa Balduchelli del fu Simone del fu Nicola]. Ermenegildo è fratello di Don Antonio. Santa Piardi (1904) [figlia di Giacomo (1877) di Giacomo (1842) e di Caterina Bontacchio (1877) - detta Chichera - figlia di Antonio dèi Semaröi dè Mondér e Bregoli Margherita] sposa Giulio Piardi (1897) [figlio di Enrico (1862) dei Cansonète (°°) di Battista (1824) e Caterina Viotti e di Maria Bernardelli (1871) figlia di Carlo e Margherita Facchini]. (°°) … discendono da Battista (1824-1901) di Giuseppe Piardi dei Catanì. La parentela segue a pg. 4. Altri riportano Maria Gabrieli, ma la madre di Don Antonio è Laura (1771) figlia di Gio.Batta Piardi "Bonassì", sposa di Giacomo (1766) [figlio del fu Antonio del fu Francesco] in 2° voto. Il futuro Don Antonio è tenuto a battesimo da Pietro figlio di Giuseppe Sedaboni. Sacerdote, arciprete di Pezzaze dal 1833 e per un trentennio, parroco all'abbazia di Rodengo dal 1860 al 1880†, patriota risorgimentale. Lavoratore zelante: "Lavorava e faceva lavorare"; insegnante nelle scuole elementari. "Rigoroso con tutti, rigorosissimo con gli alunni della sua parentela". "A Rodengo, nel 1879, riesce ad installare il primo concerto di campane per importanza della plaga che, come tale viene anche risparmiato durante la requisizione del governo per necessità della guerra 1940/45. Don Antonio versa di tasca propria il pagamento quando già si trova a letto per la malattia che poi lo conduce a morte; suona, in anteprima, durante i suoi funerali". Amico del noto patriota bresciano e comandante militare - durante la lotta contro gli austriaci invasori e dominatori di Brescia, culminata con le X Giornate del 1849 - Don Pietro Boifava Curato di Serle (Bs). (Dagli scritti di padre Giovanni Maria Bontacchio, editi in Pezzaze l'anno 1944. Dai Volumi I e II 'I PIARDI').


Qui sotto il programma della giornata di domenica 09.09.2001:

ore 9: ricevimento dei partecipanti e visita guidata all'abbazia
ore 10,30: celebrazione del ricordo dei Piardi e discendenti che ci precedono nel mosaico celeste
ore 12: incontro conviviale.

I Piardi di Pezzaze sono a Rodengo, a Padergnone e a Saiano, come in altre terre di Franciacorta, sin dagli inizi del 1800.


Ricordiamo sempre:

il PROGETTO DI BENE - I PIARDI per HARDEMAN
Collegio "padre Remo Prandini -Viotti" di Santa Cruz de la Sierra. Bolivia
C.C.Postale 14921258 - Assoc. culturale Valtrompia. 25063 Gardone V.T., ovvero C.C.Bancario n.200802 - 'Associazione Amici di p. Remo'. Banca di Credito Cooperativo dell'Alta Valle Trompia - Ag. di Lodrino (Bs), coordinate bancarie 08396 55520 200802

L'IMPEGNO verso l'OSPEDALE di KHULNA in BANGLADESH
(nella Missione condotta dai padri Saveriani)
C.C.Postale 216259 MISSIONI ESTERE - SAVERIANI. Via G. Piamarta, 9 - 25122 BRESCIA.

La Solidarietà, da cinque secoli, simbolo del Casato PIARDI

top