I Piardi

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - BRASIL

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

Marianna Piardi

INDICE DEI PERSONAGGI


Vorresti vedere tratteggiata in 'Personaggi' la figura di un Piardi? CLICCA QUI

Marianna Piardi (Gussago/Brescia, 8 giugno 1845), una degli otto figli minori orfani in tenera età, di Andrea Piardi (Pezzaze, 1799 - Gussago, 1854); possidenti e agiati, accuditi dalla madre Elisa OGNA.
Per i sette fratelli di Marianna vedi (anche) in "Personaggi": http://www.piardi.org/persone/p14.htm e in << I PIARDI A GUSSAGO 1830-32 >> cliccando qui.

1845 – 1895. MARIANNA PIARDI di Andrea e di Elisa Ogna, nata a Brescia l’8 giugno 1845, coniugata il 31 dicembre 1876 a Brescia con Cesare Olivares. Muore il 21 maggio 1895 e viene tumulata nella tomba di famiglia al Vantiniano. Cesare muore a Brescia il 28 aprile 1902. Vedi in “DIMORE” – Tomba monumentale al “VANTINIANO” di Brescia in dimore.

Gussago (Brescia): anno 1889. Marianna PIARDI (Gussago, 1845) di Andrea "Catanì" (Pezzaze, 1767),
sposata a Cesare OLIVARES l'anno 1876. Un' immagine che la ritrae sola (a destra) )e l'altra (a sinistra)
con il figlio Luigi (1886) e la suocera.
(Le foto sono del pittore A. OGHERI - Brescia, Contrada Broletto)

FIGLI:
• 1877 - GIULIA, decede neonata.
• 1882 - LUIGI, decede neonato.
• 1883 - VIRGINIA, nata il 17 aprile 1883, religiosa, Suor Luigia, Madre Superiora delle Ancelle della Carità. Muore a Mantova il 5 novembre 1971.
• 1886 - LUIGI (Angelo Pietro), battezzato a S. Agata di Brescia il 15 agosto del 1886, e cresciuto dallo zio Sacerdote Don Luigi Olivares (1843-1914) parroco di Leno. Sposa il 30 aprile - 2 maggio del 1925 Adelia Albini (Treviso, 27 settembre 1889) ed ha una figlia:
• GIUSEPPINA del 1926. Vive a Brescia, per lungo tempo e fino alla fine degli anni '90 nella casa paterna con cortile a ringhiera, tra le due ferrovie cittadine. Luigi, ferroviere, casellante a Brescia, muore il 2 maggio 1972 e Adelia il 27 ottobre 1971.
• 188_ MARIA, nubile, maestra, decede nel 1966 (?), tumulata a Corzano
• 188_ GIACOMO, sposa Francesca (?) Conter e ha due figli (Cesare e Mario):
• CESARE del 1907 che sposa Rina Capuzzi. (...). (...).
• MARIO nato il 5 luglio 1911 (...). (...). (Omissis, vedi Vol. I “I PIARDI”, cartaceo).

OLIVARES: cognome della famiglia cui appartiene Cesare (1840) da Brescia, sposo il 31 dicembre 1876 di Marianna Piardi (1845) da Gussago. Marianna è figlia di Andrea (Catanì) da Pezzaze (1799) residenti a Gussago. (...). (Omissis, vedi Vol. I “I PIARDI”, cartaceo). Vedi anche: << I PIARDI A GUSSAGO 1830-32 >> cliccando QUI
Cesare Olivares (1840) è negoziante di passamanerie sotto i portici in città a Brescia.
Dagli Olivares raccogliamo la testimonianza secondo la quale i Piardi del casato di Marianna nel XIX secolo e all’inizio del XX viaggiavano da Gussago a Brescia a bordo di un landò.
Landò. Dall’enciclopedia si legge che landò, dal francese landau, e questo dal nome della città di Landau dove si fabbricarono queste vetture, è sinonimo di carrozza signorile a doppio mantice, sospesa con molle su quattro ruote, ordinariamente trainata da due cavalli in pariglia. All’interno si fronteggiavano due sedili disposti parallelamente agli assi delle ruote. (...). Enciclopedia Bresciana. (Omissis, vedi Vol. I “I PIARDI”, cartaceo).

OLIVARES: località spagnola nella zona di Cuenca dalla quale presero il nome i Conti - Duchi di Olivares.
OLIVARES: Gaspar de Guzmàn y Ribera, Conte – Duca di … e Duca di Lucar.
Uomo politico spagnolo nato a Roma nel 1587 e morto a Toro in Spagna nel 1645. Figlio del Conte Enrique, che fu ambasciatore a Roma e Vice Re di Napoli, trascorse la sua giovinezza in Italia e studiò poi a Salamanca acquisendo una discreta cultura giuridica e umanistica.
Entrò in politica nella prima metà del 1600 come gentiluomo del principe ereditario (poi salito al trono con nome di Re Filippo IV) e manovrando con estrema destrezza contro l’onnipotente ministro Lerma, riuscì, successivamente, ad eliminarlo e a eliminare anche il successore di lui, Uceda. Quando muore il Re Filippo III, nel 1621, diventa Ministro del Re Filippo IV di cui si arroga tutto il potere al punto di diventare Governatore di Spagna e Gran Ciambellano nonché Cancelliere di tutte le Indie per un tempo durato ventitre anni. Olivares dotato di forti ambizioni e dispotico ma assolutamente onesto, tentò di stroncare il lusso sfrenato e la corruzione che imperavano in Spagna al punto di conseguire un successo popolare. Tuttavia il suo sforzo di moralizzatore cessò e cadde nel vuoto dopo qualche anno. Si deve dire che la sua politica del pugno di ferro provocò turbini e secessioni anche di carattere drammatico come successe in Biscaglia e nella provincia di Catalogna al punto che quest’ultima giunse a staccarsi dalla Spagna per unirsi alla Francia, mentre le regioni del Portogallo proclamarono la loro indipendenza nel 1640.
Ebbe scarso successo anche la sua politica estera al punto di riprendere la guerra con le provincie unite e buttò la Spagna nella nota terribile guerra dei Trent’anni, (...). (...). (GE20. De Agostini). (Omissis, vedi Vol. I “I PIARDI”, cartaceo).
Bella, espressiva e realistica nell’atteggiamento è la tela di Velazquez esposta al Museo del Prado di Madrid raffigurante “G. de G. y Ribera, Conte – Duca di Olivares” in divisa di Re – Condottiero a cavallo.

top