I Piardi

 

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
   - volume IV
   - volume V
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - Sabbioneta
   - Valtellina e Comasco..
   - Brasil
   - Nel Mondo

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

Franceschina Piardi dei detti Brine

INDICE DEI PERSONAGGI


Vorresti vedere tratteggiata in 'Personaggi' la figura di un Piardi? CLICCA QUI

Franceschina Piardi dei detti Brine
"Partigiana combattente". "Premio Bulloni" - Santo Natale 1971

L'Istituto Storico della Resistenza Bresciana - BRESCIA, sulle pagine della Rivista n.° 12 del mese d'aprile 1981 "La Resistenza bresciana" (Pagine da 5 a 10) pubblica nel capitolo RICORDI la lettera di FRANCESCHINA PIARDI vedova di Battista Richiedei. Della pubblicazione del 1981 riproduciamo, di seguito ed in forma fotografica, soltanto la presentazione – prologo alla testimonianza scritta di Franceschina, redatto dal suddetto Istituto Storico, omettendo le pagine dei "Ricordi" resistenziali, veri e propri, inerenti gli avvenimenti accaduti sulla montagna di Pezzaze (Val Trompia) - che vanno da quelli della fine del 1943 a quelli del 12 agosto 1944, del 15, 17 e 29 marzo 1945, del 12 e 17 aprile 1945 - dettagliatamente descritti dalla nostra Franceschina.
Detto testo serve anche a noi per presentare, a distanza di tanti anni dagli avvenimenti resistenziali e dopo molto tempo anche da quando scrisse il Giornale di Brescia del 3.1.1972 in occasione del conferimento a Franceschina Piardi del Premio della bontà - Pietro Bulloni del Natale 1971, del quale riproponiamo, altresì ed in forma fotografica, il testo originale della motivazione.
Noi Piardi, sin dai primi passi di questo sito internet “I PIARDI” trascrivemmo sulle sue pagine la motivazione del conferimento del premio Bulloni a Franceschina.

Parliamo di FRANCESCHINA PIARDI e da tanto tempo:

1. Alla pagina http://www.piardi.org/persone/p51.htm dedicata a Giovan Maria Piardi detto il Grillo, padre di Franceschina, leggiamo i figli di Giovan Maria Grillo, tra cui Franceschina del 1904. 1880 – 1953. GIOVANNI MARIA PIARDI di Angelo (1850 o ’52, figlio di Gio. Maria e Rambaldini Maria Teresa) e Caterina Bregoli (fu Giuseppe e fu Viotti Faustina). Nato a Pezzaze l’8 ottobre 1880. Detto Il Grillo. Sposa l’8 novembre 1903 Onesta Maria Piardi (1883 – 1930) ed ha diversi figli: Franceschina (1904), Caterina (1905), Angelo (1909), Dosolina (1911), Diaregina (1912) ed altri. La sposa Onesta Maria decede il 28 agosto 1930. Giovanni Maria muore a Pezzaze il 29 dicembre dell’anno 1953.
2. La famiglia originata da Franceschina sposata a Battista Richiedei la troviamo alla pagina 61 del volume 1 “I Piardi” edito nel 1998.
3. Alla pagina http://www.piardi.org/persone/p110.htm (Gli ANNIBALE dei Piardi) leggiamo di Franceschina quale sposa di Battista Richiedei e madre di Antonio detto "Tunì di Gambe" (sposato a Santina Piardi).
4. Di Franceschina parliamo alla pagina dedicata a "Giuseppe Richiedei figlio di Santina Piardi ("Gilde")" http://www.piardi.org/persone/p88.htm
5. Alla pagina http://www.piardi.org/persone/p03.htm "Raffaele Francesco Piardi dei Brine" accenniamo all'esistenza di Franceschina (1904).
6. Alla pagina http://www.piardi.org/persone/p75.htm "Cesare Enrico Piardi - Cesarino dol Nene di Quarantì" si accenna a Franceschina.
7. Alla pagina 16/a http://www.piardi.org/persone/p16a.htm “Patrioti, combattenti, martiri, benefattori, sacerdoti, pittori, lavoratori e padri di famiglia”, sin dai primi tempi della predisposizione di questo sito web I Piardi, al paragrafo FRANCESCHINA PIARDI scrivemmo: Pezzaze 1904. Figlia di Giovanni Maria (1880) detto “il Grillo” della famiglia dei Brine. Franceschina muore nel 1991 all’età di 87 anni. Personaggio noto a Pezzaze per il suo impegno nel sociale per il quale le è stato conferito il premio Bulloni ed una croce al merito. (Testim. Pierino Gabrieli – 22 ottobre 1997). Di Franceschina sono note sue lettere pubblicate dalla rassegna di studi e documenti “La resistenza bresciana” dell’Istituto storico della resistenza Bresciana. Belle di profondo amor di patria narranti vicende da lei vissute quando viveva al Monte di Pezzaze. Per la sua militanza ed impegno di Resistente fu, come detto, insignita del Premio Bontà Bulloni nel 1971. Diamo notizia della motivazione: Alla vigilia dell’ultimo conflitto al Monte di Pezzaze, un’ora a piedi dalla più vicina frazione, vivevano circa quaranta famiglie. Dovevano arrangiarsi. Franceschina Piardi, alta e robusta a dispetto del diminutivo, una luce di bontà negli occhi chiari, vedova con quattro bimbi, doveva arrangiarsi come e più di tutti: per gli ammalati, per le donne in attesa d’un figlio, per i morti da comporre. Venne la guerra, venne la Resistenza: la Piardi nulla sapeva di politica, ma che pena per tutti quei giovani in giro, affamati e braccati! Per lunghi mesi la sua cascina a ridosso del Guglielmo fu il rifugio più valido durante i feroci rastrellamenti: nelle cataste di legna, dentro i fienili, giù tra botole impensate. E latte, minestra, polenta, qualcosa c’era per tutti. Quando i sopravvissuti tornarono alle loro case, taluno, oggi stimato professionista in città, non dimenticò la coraggiosa montanara; venne un riconoscimento ufficiale, una piccola forfettaria indennità, una croce di guerra. Ma chi ha saputo qualcosa? Nessuno. Adesso l’inverno della vita ha reso stanco il suo passo, l’ha costretta a lasciare il Monte, a scendere in paese. Nell’animo generoso la Franceschina non è mutata. Ancora, come può, conforta, sorregge, aiuta.
[Brescia, Natale 1971 (da Brochure Premio Bulloni – ECA Brescia)]
8. Alle pagine cartacee del volume 1 ”I PIARDI” (1998): 60, 61, 144, 258, 297, 298, 330 accenniamo a Franceschina Piardi.
9. Alle pagine cartacee del volume 2 ”I PIARDI” (2000): 288, 304, 333, 335, 60, 679, 719 - ** - parliamo od accenniamo a Franceschina Piardi.
10. Alle pagine web del volume 3 “I PIARDI” inserito in www.piardi.org e nelle restanti pagine web cui abbiamo accennato sopra.
- ** - Così scrivemmo, tra l’altro, l’anno 2000 in “I PIARDI” Volume 2, alla suddetta pagina 719 del citato volume 2 “I PIARDI”: <<(…). Onesta Richiedei, figlia di Franceschina, in un occasionale incontro presso la bottega di Rita Ferraglio, racconta di sua madre, sommessamente ma con grande passione, la vita passata e le forti prove avendo diversi figli piccoli da crescere e soprattutto per l’opera svolta durante il periodo detto “Resistenza”. “Mia mamma mai ebbe a lamentarsi del suo stato quasi di indigenza e dava agli altri quel poco che poteva avere; cedeva persino il letto affinchè altri potessero godere di un riposo più piacevole … e noi a dormire sul pagliericcio in stalla. A me, che ero un poco più precipitosa, soleva dire: <chi ha prudenza la usi!>. Della vita di mia madre avremmo dovuto scrivere molto raccogliendo le sue testimonianze, anche quelle della lotta di liberazione sui monti di Pezzaze; qualcosa è stato fatto ma troppo tardi”. (Testimonianza del 22 giugno 1999 in Pezzaze, raccolta da Achille Piardi)>>.
25 aprile 2019. Ricorrendo il 74° anniversario del XXV Aprile 1945, ricordando l’opera efficace, anche se silenziosa, di Franceschina Piardi e di tutti restanti Piardi che si adoperarono, sino a coloro, Piardi, che diedero la vita per LA LIBERTA’.




Giornale di Brescia del 3.1.1972 vedi articolo pdf




(Achille Giovanni Piardi)

top