I Piardi

 

> Home
> News
> Ricorrenze
> Comitato
> Incontri
> Personaggi
> Foglio notizie
> Opera
   - volume I
   - volume II
   - volume III
> Dicono di noi
> Solidarietà
> Luoghi
   - Pezzaze
   - Pomponesco
   - Viadana
   - Dosolo
   - Gussago
   - Portiolo
   - Pezzoro
   - Franciacorta
   - Lavone
   - BRASIL

> Links
> Archivio

espanol Español
english English
portugues Português
brasileiro Brasileiro

Gruppo Piardi su Facebook


Questo sito nasce da un'idea di Achille Piardi, il quale dopo anni di ricerche e dopo aver redatto una prima versione della biografia sulla Famiglia Piardi è alla costante ricerca di nuove informazioni... se anche tu sei un Piardi... continua a navigare tra queste pagine!!!


powered by digionet

Luciano Bernardelli

INDICE DEI PERSONAGGI


Vorresti vedere tratteggiata in 'Personaggi' la figura di un Piardi? CLICCA QUI

Luciano Bernardelli figlio di Carlo e Maria Giacomelli - fratello di ELISA andata in sposa a Beniamino PIARDI (1927-2004) dei detti Mafè del Topo. Molte le famiglie Bernardelli di Pezzaze imparentate con i Piardi.
2007. Maria Giacomelli ved. Bernardelli, oggi 2.9.2007, festeggiata a Pezzaze per i suoi 98 anni, sempre ricordata con apposito articolo dal giornale Bresciaoggi, è la mamma di Luciano Bernardelli, noto personaggio a seguito delle sue prodezze o imprese con eco mondiale.
<< PEZZAZE. Un compleanno da cornice: Maria Giacomelli ha 98 anni. La grande anziana abita da sempre in località Canèi. Pezzaze registra oggi un compleanno importante: i 98 anni di Maria Giacomelli. Sono in tanti a conoscere questa grande anziana, perchè abita da sempre a Canèi, sopra Savenone, dopo il santuario della Madonna della Misericordia (°°°): un punto di passaggio obbligato per scavalcare la valle. Con Annunciata Piardi e Assunta Filippi, coscritte del 1909, forma un trio da record per il paese: insieme, le decane fanno 294 anni.


Famiglia Bernardelli abitante ai Canèi (Canelli) di Pezzaze, anni Trenta del sec. XX

Moglie di Carlo Bernardelli (Carlù) perso troppo presto, un personaggio famoso che recitava a memoria brani interi delle sacre scritture, ha messo al mondo otto figli occupandosi del bestiame. I maschi, finite le elementari, sono emigrati giovanissimi: Luciano, col quale vive e oggi farà festa nella vecchia casa ristrutturata insieme alla nuora Mara e ai suoi cinque figli, nel ’73 era finito sui giornali, ribattezzato Samuel, per aver ottenuto di pascolare 600 pecore a lui affidate nel parco della sede dell’Onu di Ginevra. Maria sta bene: in autunno sbuccia i suoi «pelàcc» (le castagne bollite) e mangia i croccanti «scalitì» (la crosta della polenta che si stacca dalla pentola, dal paiolo, dopo la cottura) seduta al tiepido sole sulla panchina fuori casa dalla quale si domina la vallata >>. (B.BERT.  Domenica 02 Settembre 2007 Bresciaoggi, provincia Pagina 26).
(°°°). Per moltissime altre notizie sul santuario della Madonna della Misericordia, posto sulla dorsale tra Pezzaze e Bovegno, contigue terre dei Piardi.

2005. Pezzaze. (...). Maria Giacomelli ha sempre abitato lassù, nei boschi, curando bestiame e animali da cortile sul passo vicino alla vecchia torre di «scolta» nella quale (come dice lei «...tenevano schiavi i prigionieri». (...).
Erano tempi grami quelli, e i maschi, finite, le elementari facevano i «famèi» (i garzoni negli allevamenti di montagna) anche all’estero: Luciano, con cui vive, era in Svizzera ai tempi della guerra dello Yom Kippur (ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell' espiazione) nel ’73, (6-24 ottobre) e finì sui giornali, ribattezzato Samuel, per aver pascolato le 600 pecore a lui affidate nel parco della sede dell’Onu, a Ginevra. (e. bertussi. Bresciaoggi, 4 settembre 2005).

2002. Pezzaze. Pagine del "Lunario Illustrato", anno 2002: (...). La pagina di luglio del "Lunario" < Ghera na olta Pèdade > (in dialetto stretto ed antico) pubblica la foto di “Samuèl il pastore” (dell’anno 1967). Questa la didascalia che l’accompagna: “Luciano Bernardelli, detto Samuèl (a destra nella foto col cane) pastore di pecore in Svizzera è diventato famoso per aver vinto il campionato del mondo di tosatura delle greggi a Parigi e per aver condotto nel 1970, cinquecento pecore a Ginevra dinnanzi al palazzo dell’ONU, nel corso di una manifestazione di protesta”. (...). Lunario Illustrato, 2002
 
Qui, di seguito, alcuni addentellati parentali PIARDI - BERNARDELLI.
I PIARDI detti Cansonète, discendenti da Raimondo (1857) [figlio di G.Battista (1824) di Giuseppe Piardi dei detti Catanì] e da Angela Bernardelli. Tra questi Teodoro Piardi.
G.Battista PIARDI (1888) di Raimondo (1857) e di Angela Bernardelli.
Cansonète-Pepa (discendenti da Giovan Battista del 1888 detto Pepa)
Delfina Piardi dei Cansonète - Pepa andò in sposa a Francesco Bernardelli, vivendo a Milano.
Assunta Piardi (m. a 74 anni il 10 agosto 2003 in Pezzoro di Valtrompia), vedova Contrini, dei furono Giovanni “Quarantì” e Caterina Bernardelli; famiglia dei Piardi detti Quarantì, degli antichi Bone de Sante. 
Pierina Bernardelli sposa di Giovanni Piardi (1898) detto Celvitì dei Celvìt
Catina Piardi (1891), figlia di Raimondo "Cansonète" e Angela Bernardelli.
PIARDI GIOVANNI di Giovanni e di Facchini Rosa. Pezzaze 11 giugno 1882. Coniugato il 25 settembre 1920 (ndr. Con Caterina D. Bernardelli, vedovo di Vallana Caterina).
RAIMONDO PIARDI "Cansonète" da Pezzaze.
FAMIGLIE IMPARENTATE COI PIARDI.
Giulio Piardi.
Famiglia Convessi. ROMANO PIARDI di Giovanni (1898) dei detti Celvìt e di Pierina Bernardelli. Nasce a Torino il 29 ottobre 1934.
Andrea Piardi noto pittore, fratello di Teodoro (1905) e di altri sette fratelli, figli di Raimondo (1857) e di Angela Bernardelli.
Bortolo Angelo Piardi, detto Bianco Topo dei Mafé, padre di Beniamino (1927) sposato a Elisa Bernardelli.
Brigida Bernardelli, sorella del notissimo e ricordato sacerdote Don Andrea Bernardelli – parroco di Lavone in Pezzaze, andò in sposa a Faustino Piardi (1907) dei detti Pelès, poi stabilitisi nella pianura bresciana (Calcinato, Ghedi, Montichiari, Carpenedolo).

Luciano Bernardelli di Carlo “Carlù” e Maria Giacomelli.  Un personaggio mitico di Pezzaze sul quale si sono narrate gesta eroiche: è Luciano Bernardelli (a destra con il cane), pastore di pecore in Svizzera. È diventato famoso per aver vinto il campionato del mondo di tosatura delle greggi a Parigi e per aver condotto, nell’ottobre 1973 [ Yom Kippur ], cinquecento (600) pecore a Ginevra dinanzi al palazzo dell'Onu, nel corso di una manifestazione di protesta. (Bresciaoggi, 29.6.2005. Pezzaze: le fotografie della nostra memoria)


Alcuni altri riferimenti e addentellati parentali PIARDI – BERNARDELLI

Angela BERNARDELLI (Pezzaze, 22.5.1804 -17.5.1868), sposata a Giuseppe Fada, è nonna paterna di padre NATALE di Gesù (Giuseppe Fada – PIARDI. Pezzaze, 18.5.1863)
Spirito Bono PIARDI dei detti "Quarantì", con la mamma ed i fratelli.
Teodoro Piardi
Giov. Battista Piardi "Pepa"
Pastori di anime, Sacerdoti nativi di Pezzaze, anno 1944 Don Giacinto Bernardelli
Andrea Piardi, pittore
Raimondo Piardi dei detti Cansonète
Santi delle Riviere, Abdon e Sennen
Tridui a Gussago
Madonna del Carmine
Giulio Piardi
Fiume Vincenzo Piardi
Lavone di Pezzaze, casa dei FADA, http://www.piardi.org/vol3/vol3dimore_pnatale.htm e quanti altri riferimenti ancora scorrendo le 2100 e più pagine dei Volumi 1 et 2 de "I PIARDI" pubblicati, rispettivamente, l'anno 1998 e 2000.
1882, 14 marzo: Pezzaze. Apollonio Bernardelli muore nel suo paese natale dopo aver dato alla chiesa due figli sacerdoti: Don Giacinto e Don Giuseppe. Ambedue i sacerdoti vanno in cura d’anime a Gussago e Civine di Gussago (Brescia). (§§)
1894. I Piardi di Gussago sono collaboratori dei due sacerdoti fratelli Bernardelli, figli di Apollonio da Pezzaze. Infatti, << 1894, 21 maggio: Gussago. Nella patria adottiva dei Piardi ‘Catanì’ da Pezzaze inizia il parrocchiato di Monsignor Giorgio Bazzani da Bagolino, sacerdote dotto e insigne pastore. Il mese di marzo, essendo Don Giacinto Bernardelli parroco da poche settimane a Civine di Gussago, anche il fratello Don Giuseppe (1862 – 1933) chiede di lasciare la parrocchia di Memmo per Gussago. Si trovano così a Gussago tre amici e compagni fraterni. (La tomba di Don Giuseppe è custodita presso la cappella dei sacerdoti del cimitero di Gussago e si conserva, ivi, l’iscrizione lapicida anche della tumulazione delle spoglie del fratello Don Giacinto). >>.
La frazione Civine di Gussago è patria dei Reboldi, Ghedi, Peroni, Gozio (Gosio), casati imparentati dal 1904 con i Piardi, originari di Pezzaze, abitanti nella frazione Navezze di Gussago.
1909. << 1909, 27 aprile: Gussago. "Tanghetti Paolina dei ff. Pietro e Brentana Maria, vedova di Bernardelli______, di anni 78, ricevuti i S. Sacramenti è morta il 25 corr. . Oggi le esequie. (Era madre del Parroco di Civine, e di un Curato di Gussago)". [Reg. Morti dal 1900 al 1921. Tavola n.46, n. 41. Parrocchia di S. Maria Assunta in Gussago]. (Ndr. nello spazio _______“vuoto”, mancante nella citata registrazione, leggi Apollonio).
Gussago (Brescia). I Piardi ben conoscono la madre dei due pezzazesi, sacerdoti, Bernardelli, oggi portata al Cimitero.
(Ndr. – a cura di Achille Giovanni Piardi da Gussago. Paolina Tanghetti è madre di Don Giacinto e di Don Giuseppe Bernardelli nativi di Pezzaze, parenti dei Piardi, entrambi viventi ed in cura d’anime in Gussago. Sacerdoti tanto vicini al noto Parroco gussaghese Mons. Giorgio Bazzani originario di Bagolino).
(§§).
1882, 14 marzo. Muore Apollonio Bernardelli (1821) << fu equo industrioso negoziante, divoto cristiano sacrificò la sua vita per aderire alla vocazione sacerdotale di due figli (...)>>.
<<Alla cara memoria di Tanghetti Paola ved. Bernardelli nata a Bovegno il 25 novembre 1831, morta a Gussago il 25 aprile 1909 (...), i figli sacerdoti Bernardelli Giuseppe e Giacinto>>. (Epigrafe lapidea, muro d’ingresso (lato sinistro del cancello), Cimitero di Pezzaze – Stravignino).

Angelo Bernardelli
Angelo Bernardelli da PEZZAZOLE di PEZZAZE, fine anni '30 del secolo XX,
padre di Don Andrea (nato l'anno 1905, poi Parroco di "S. Maria Maddalena"
in LAVONE di Pezzaze sin dagli anni '30 e per più di vent'anni) e di Brigida
andata in sposa a Faustino Piardi (Pezzaze, 1907) dei detti Pelès;
questi Piardi emigrano, scendendo nella pianura bresciana, negli anni '30.


Caterina Marinucci - Bernardelli. Primi anni '50 sec. XX,
in località Campraduzzo di Pezzaze in Val Trompia.
Filatura con fuso e rocca (rudimentali) a cura di Caterina,
mamma di Tilde Bernardelli. (Per gentile concessione).

(A cura di Achille Giovanni Piardi, per le pagine web del Portale “I PIARDI”. Gussago, 4 marzo 2010; 41° anniversario della morte di papà Francesco Piardi classe 1911)

 

top